IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Stop al diabete: tre giornate di screening gratuiti a San Michele, Santa Lucia e Serino
Medico muore durante il turno di notte, s'indaga
Sequestro di caciocavalli in un caseificio, nei guai la titolare
Alla ricerca di funghi senza autorizzazione, multe salate per due uomini
Capannone agricolo adibito a officina meccanica, denunciati i titolari
Irpinia Sistema Turistico fa tappa a Sant'Angelo dei Lombardi. Focus sul gas radon
Agronomi e funzionari dell’Arpac a confronto sulle attività agroalimentari
Avellino, forzano un posto di blocco e nella fuga tentano di investire un agente. Nei guai 2 ragazzi
Incidente sul lavoro, operaio cade da una scala di tre metri
Ad Avellino fa tappa Chocolate Days, la festa del cioccolato tradizionale

 

Lavoro nero, scoperti 10 operai irregolari

Operazione della Gdf nel Vallo di Lauro

auto finanza

(auto finanza)
(Foto: Fiamme Gialle)

L’intensificazione dell’attività alla base della collaborazione con la Direzione Provinciale del Lavoro (operazione LAVORNERO) si affianca alla consueta azione di contrasto al fenomeno del lavoro nero attuata dai reparti del Comando Provinciale di Avellino. Di particolare rilievo i risultati conseguiti dagli uomini della Tenenza di Baiano, agli ordini del maresciallo aiutante Marcello Daniele, che nelle ultime settimane hanno dato corso a tutta una serie di controlli nei confronti di numerose ditte e società operanti nei più disparati settori imprenditoriali ed aventi sede nel baianese e nel vallo di Lauro. L’attività di contrasto al lavoro nero ed al lavoro sommerso si è sostanziata in accurate verifiche delle posizioni di lavoratori e di dipendenti (sia per quanto attiene regolarità d’inquadramento che avendo riguardo alla corrispondenza tra figura contrattuale e mansioni effettivamente svolte). Con particolare attenzione alla ricerca d’illeciti per attività di lavoro autonomo sconosciute al fisco, per episodi di “caporalato” o d’intermediazione illecita nella ricerca di manodopera, di eventuale sfruttamento dell’immigrazione clandestina da parte della criminalità e di possibili connessioni con reinvestimenti di proventi illeciti. In un totale di 10 interventi i soli militari della Tenenza di Baiano hanno dato concretezza alle nuove e più penetranti potestà attribuite alla Guardia di Finanza dalla legge 4 novembre 2010 nr. 183 (“Nuove disposizioni a contrasto del lavoro sommerso”). I dieci controlli effettuati nell’ambito di tale particolare intensificazione dell’attività a contrasto del fenomeno del lavoro nero si sono sostanziati nella scoperta di ben 10 lavoratori in nero e, maggiormente nel dettaglio, hanno avuto i seguenti esiti. Ad Avella nel settore delledilizia riscontrati 3 lavoratori irregolari e altri 3 presso un esercizio di commercio di materiale elwttrico. A Domicella 3 lavoratori in un negozio di animali, edilizia e produzioni plastiche. Mentre a  Lauro 1 lavoratore in una pasticceria. Per tutte le violazioni riscontrate sono scattate le relative sanzioni.

Condividi