IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Scomparsa Lo Conte, Mocella (Confartigianato): "Garbo e determinazione lo distinguevano. Bisogna proseguire nel suo nome per rilanciare l'Irpinia"
Coronavirus, i casi in Irpinia arrivano a 329
Gli effetti dell'emergenza Coronavirus sull'agricoltura, Picariello: "Le filiere vitivinicole, florovivaistiche e lattiero-casearie le più colpite"
Coronavirus, il presidente Biancardi: “Entro venerdì la Provincia consegna i kit in vitro veloce per la diagnosi”
Covid-19, altri 6 contagi in Irpinia. Il bilancio sale a 228
Ruba un'auto, nei guai 28enne
Covid-19, sale il bilancio in Irpinia: 222 le persone contagiate
Sanificazione, Confindustria mette a disposizione strumenti e conoscenze
Coronavirus, 2 morti al Moscati
Emergenza Covid-19, Gambino (Usmia): "Tutelare gli operatori delle forze armate"

 

Medici del Moscati, 14 avvisi di garanzia

Provvedimenti adottati a seguito della morte per polmonite del giovane assistente universitario

Città ospedaliera

(Città ospedaliera)
(Foto: Carmine Bellabona)

La Procura di Avellino ha emesso 14 avvisi di garanzia perchè sta indagando sulla morte di Giandomenico Spagnuolo, 36 anni, avvocato e assistente universitario. Il giovane, che viveva con la famiglia a rione Valle, è morto in ospedale a causa di una polmonite. Per gli inquirenti questo è un atto dovuto successivamente alla decisione di effettuare l'autopsia. La denuncia è stata presentata dai familiari. Spagnuolo è stato ricoverato in ospedale giovedì scorso con sintomi di febbre alta e difficoltà respiratorie. E’ morto il giorno dopo. I provvedimenti sono stati emessi nei confronti dei medici dell'ospedale Moscati e dello stesso medico curante del ragazzo.

Condividi