IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Giovane professore si toglie la vita lanciandosi giù dal ponte
Scuola Premio Digitale, il Convitto nazionale "Colletta" polo provinciale per l'innovazione tecnologica
"Più strisce pedonali ad Avellino per garantire maggiore sicurezza ai cittadini"
Pietrastornina, il prefetto Matteo Piantedosi intervista Marino Bartoletti autore dell'almanacco del Festival di Sanremo
Esplosione al bancomat, ladri in fuga con il bottino
Muore investito da un'auto. Tragedia sulla SS Appia
Tragedia a Serino, muore 18enne durante la festa di compleanno
Furti nelle abitazioni e nei locali. I ladri banchettano nella cucina di un agriturismo
Auto prende fuoco mentre sale verso il Santuario di Montevergine, salva una famiglia
Giro di assegni clonati per un valore di 190mila euro, nei guai 10 persone

 

Medici del Moscati, 14 avvisi di garanzia

Provvedimenti adottati a seguito della morte per polmonite del giovane assistente universitario

Città ospedaliera

(Città ospedaliera)
(Foto: Carmine Bellabona)

La Procura di Avellino ha emesso 14 avvisi di garanzia perchè sta indagando sulla morte di Giandomenico Spagnuolo, 36 anni, avvocato e assistente universitario. Il giovane, che viveva con la famiglia a rione Valle, è morto in ospedale a causa di una polmonite. Per gli inquirenti questo è un atto dovuto successivamente alla decisione di effettuare l'autopsia. La denuncia è stata presentata dai familiari. Spagnuolo è stato ricoverato in ospedale giovedì scorso con sintomi di febbre alta e difficoltà respiratorie. E’ morto il giorno dopo. I provvedimenti sono stati emessi nei confronti dei medici dell'ospedale Moscati e dello stesso medico curante del ragazzo.

Condividi