IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Pietrastornina, il prefetto Matteo Piantedosi intervista Marino Bartoletti autore dell'almanacco del Festival di Sanremo
Esplosione al bancomat, ladri in fuga con il bottino
Muore investito da un'auto. Tragedia sulla SS Appia
Tragedia a Serino, muore 18enne durante la festa di compleanno
Furti nelle abitazioni e nei locali. I ladri banchettano nella cucina di un agriturismo
Auto prende fuoco mentre sale verso il Santuario di Montevergine, salva una famiglia
Giro di assegni clonati per un valore di 190mila euro, nei guai 10 persone
Imprenditore tenta di togliersi la vita impiccandosi, salvato in extremis da un 16enne
Atripalda, scoppia la rissa in un bar di via Appia. Denunciati in tre
Ritrovata nella notte Lidia Famiglietti, la 16enne scomparsa ieri da Ariano Irpino

 

Mercogliano, tentano di rubare costosi abiti sportivi. Nei guai una coppia di giovani

Negozi

(Negozi)
(Foto: Irpiniareport)

Furto aggravato: è il reato di cui dovrà rispondere un ventenne di Avellino ed una trentenne di Montella, denunciati dai Carabinieri della Stazione di Mercogliano. Prosegue senza sosta la lotta alla piaga rappresentata dalla criminalità predatoria, condotta dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino e che ogni giorno vede impiegati i militari dell’Arma in un capillare controllo del territorio teso a garantire sicurezza e rispetto della legalità. Nel corso di un servizio di perlustrazione svolto in orario serale, la pattuglia della Stazione di Mercogliano è intervenuta presso un noto esercizio commerciale del posto, dove gli addetti alla sicurezza segnalavano due giovani sorpresi nel tentativo di rubare costosi capi di abbigliamento sportivo che, dopo aver rimosso le placche antitaccheggio, avevano occultato in uno zaino ed in una borsa al fine di eludere i controlli all’uscita del negozio. Immediatamente intervenuti, i militari hanno fermato e identificato i due soggetti che all’esito della perquisizione sono stati trovati in possesso della merce che avevano tentato di rubare. Alla luce delle evidenze emergenti dalla flagranza di reato per i predetti è scattata la denuncia in stato di libertà alla Repubblica di Avellino. La refurtiva recuperata è stata restituita all’avente diritto.

Condividi