IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Agronomi e funzionari dell’Arpac a confronto sulle attività agroalimentari
Avellino, forzano un posto di blocco e nella fuga tentano di investire un agente. Nei guai 2 ragazzi
Incidente sul lavoro, operaio cade da una scala di tre metri
Ad Avellino fa tappa Chocolate Days, la festa del cioccolato tradizionale
Trova un cellulare e tenta di estorcere denaro al proprietario, denunciato 60enne di Atripalda
Frutta e verdura non tracciabili, sanzionati tre venditori
Ubriaco alla guida, nei guai 40enne. Ritirata la patente
Avellino, 13enne si lancia giù dal ponte della Ferriera. È grave
Picchiava e minacciava i genitori, arrestato giovane di Aiello del Sabato
Torna il maltempo in Irpinia, da domani piogge forti e temporali

 

Mercogliano, tentano di rubare costosi abiti sportivi. Nei guai una coppia di giovani

Negozi

(Negozi)
(Foto: Irpiniareport)

Furto aggravato: è il reato di cui dovrà rispondere un ventenne di Avellino ed una trentenne di Montella, denunciati dai Carabinieri della Stazione di Mercogliano. Prosegue senza sosta la lotta alla piaga rappresentata dalla criminalità predatoria, condotta dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino e che ogni giorno vede impiegati i militari dell’Arma in un capillare controllo del territorio teso a garantire sicurezza e rispetto della legalità. Nel corso di un servizio di perlustrazione svolto in orario serale, la pattuglia della Stazione di Mercogliano è intervenuta presso un noto esercizio commerciale del posto, dove gli addetti alla sicurezza segnalavano due giovani sorpresi nel tentativo di rubare costosi capi di abbigliamento sportivo che, dopo aver rimosso le placche antitaccheggio, avevano occultato in uno zaino ed in una borsa al fine di eludere i controlli all’uscita del negozio. Immediatamente intervenuti, i militari hanno fermato e identificato i due soggetti che all’esito della perquisizione sono stati trovati in possesso della merce che avevano tentato di rubare. Alla luce delle evidenze emergenti dalla flagranza di reato per i predetti è scattata la denuncia in stato di libertà alla Repubblica di Avellino. La refurtiva recuperata è stata restituita all’avente diritto.

Condividi