IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
“Le donne risorse chiave per lo sviluppo delle professioni”. L’agronoma irpina Natalia De Vito interviene al XII Convegno del Coordinamento Napoletano Donne nella Scienza
Si spaccia per avvocato e truffa un anziano, s'indaga
Asl Avellino, al via la campagna di inserimento gratuito del microchip a cani e gatti
Avellino, al via il Festival dello Sviluppo Sostenibile 2019. L'evento promosso dagli agronomi irpini
Avellino, ruba l'identità dello zio per incassare il denaro del libretto postale. Arrestato 46enne
Cesinali, successo e partecipazione per la Passeggiata Ecologica organizzata dai bambini della scuola primaria
Incassa i risarcimenti dei propri clienti, nei guai avvocato 45enne
Il ministro Lezzi in Irpinia, ecco le tappe
Bilancio, assemblea dei sindaci a Palazzo Caracciolo
Minacce al comandante Arvonio, la solidarietà del presidente Biancardi

 

Movida, 4 denunciati tra cui un minorenne

Sorpreso alla guida senza patente

Carabinieri in azione

(Carabinieri in azione)
(Foto: Carmine Bellabona)

Nel corso del fine settimana, i carabinieri della Compagnia di Avellino hanno dato corso al consueto servizio coordinato per il controllo della movida avellinese del venerdì e sabato sera. Anche in questo caso, pattuglie in divisa e in borghese hanno vigilato sul corretto svolgimento del divertimento giovanile, effettuando posti di controllo lungo le principali arterie stradali e controlli dinanzi ai più frequentati esercizi commerciali di Avellino. Al termine del servizio, i risultati sono stati di 3 persone deferite in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino e di 1 minorenne deferito in stato di libertà alla Procura del Tribunale per i Minorenni di Napoli. Il caso più eclatante è senza dubbio quello del minore, che è stato sorpreso dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Avellino lungo questa via Scandone, mentre era alla guida della Mercedes Classe A del padre, chiaramente sottrattagli senza dare nell’occhio. Il minorenne, classe 1996 e residente a Mercogliano ha quindi pensato bene di commettere una simile bravata in compagnia di altri due suoi coetanei e, quando intercettati dai carabinieri, hanno pure deciso di non ottemperare all’alt, dando vita ad un breve inseguimento. Se i minorenni trasportati non hanno chiaramente avuto alcun provvedimento, per quello alla guida è scattata la denuncia a piede libero per il reato previsto dal nuovo codice della strada di guida senza patente, perché mai conseguita. Al termine della vicenda, il ragazzo minore e la relativa autovettura sono stati riaffidati al padre. A Solofra, invece, un 33enne originario di Castellammare Di Stabia (NA) disoccupato e pregiudicato, è stato deferito in stato di libertà alla Procura di Avellino perché responsabile della violazione alle prescrizioni impostegli dalla misura preventiva della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza cui risulta sottoposto. In pratica, sebbene all’uomo era stato fatto divieto di frequentare nel modo più assoluto persone pregiudicate, lo stesso è stato sorpreso dai militari dell’Arma solofrana in compagnia di un noto tossicodipendente del posto. Ancora, un 47enne solofrano, anch’egli disoccupato e pregiudicato, è stato denunciato perché responsabile della violazione alle prescrizioni impostegli dal provvedimento di pubblica sicurezza a lui rivolto ai sensi del testo unico in materia di stupefacenti. L’uomo, avendo vari precedenti per reati e violazioni amministrative afferenti alle sostanze stupefacenti, aveva avuto il precetto di non frequentare determinati posti e persone, ed invece è stato pizzicato dai carabinieri proprio mentre si stava trattenendo all’interno di un bar che aveva il divieto di frequentare; Infine, sempre per quanto riguarda i controlli lungo le principali strade dell’avellinese, un 24enne irpino è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino perché ritenuto responsabile del reato di guida in stato di ebbrezza. Il giovane, controllato alla guida della sua autovettura Fiat Panda, in entrambe le due prove in cui consiste il test del palloncino, è risultato avere un tasso alcolemico superiore al limite massimo consentito dalla legge. Chiaro ed automatico il conseguente ritiro della patente di guida. Infine, nel corso del medesimo servizio, sono state ritirate ulteriori n. 2 patenti di guida, ai danni di altrettanti utenti della strada, sorpresi con il documento abilitativo scaduto, nonché sottoposti a sequestro amministrativo n. 5 veicoli, tutti circolanti benché sprovvisti della prescritta assicurazione R.C.A. obbligatoria.

Condividi