IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Ritirati dal mercato bocconcini di salame per rischio salmonella
Forte scossa di terremoto ad Atene, telecomunicazioni interrotte
Manocalzati, tenta di acquistare un'auto di lusso con documenti falsi. In manette truffatore seriale
Coltivava piante di canapa indiana nella baracca, nei guai 71enne
Muore schiacciato dal trattore mentre ara i campi
Ambiente e territorio, seminario all’ex Carcere Borbonico di Avellino
Avellino, applicazione gratuita dei microchip ai cani. Appuntamento all'ingresso della villa comunale
Impianto di compostaggio di Teora, terminati i lavori. Domani la consegna. -
Bus Calitri-Avellino, la Provincia scrive all’azienda Di Maio: “La corsa delle 5,45 verso il capoluogo non va soppressa”
L'Irpinia trema: lieve scossa di terremoto a San Nicola Baronia

 

Movida avellinese, otto denunce per guida in stato di ebbrezza e possesso di armi

Controlli nel weekend dei carabinieri

Movida

(Movida)
(Foto: Carmine Bellabona)

Anche nel corso di quest’ultimo fine settimana, i carabinieri della Compagnia di Avellino hanno dato corso al consueto servizio coordinato per il controllo della movida avellinese del venerdì e sabato sera. Pattuglie in divisa e in borghese hanno vigilato sul corretto svolgimento del divertimento giovanile, effettuando posti di controllo lungo le principali arterie stradali e controlli dinanzi ai più frequentati esercizi commerciali di Avellino. Alla fine del servizio, il bilancio è stato di 8 persone denunciate in stato di libertà all’autorità giudiziaria del Tribunale di Avellino e di 2 giovanissimi segnalati in via amministrativa al Prefetto di Avellino quali consumatori di sostanze stupefacenti. Iniziando dal reato di guida senza patente, i carabinieri della Stazione di San Martino Valle Caudina hanno deferito in stato di libertà un 29enne del posto, sorpreso alla conduzione di un ciclomotore lungo le strade del paese caudino senza avere con sé alcun titolo abilitativo perché già sospesogli per precedenti inosservanze al codice della strada. Peraltro, il ciclomotore sul quale il giovane viaggiava è risultato anche privo della copertura assicurativa obbligatoria, venendo quindi dai militari dell’Arma sottoposto a fermo amministrativo. Sempre per il medesimo reato di guida senza patente, i carabinieri di Cervinara hanno denunciato un 46enne del beneventano, sorpreso alla conduzione di una Lancia Y pur senza aver mai conseguito la patente di guida. Per ciò che riguarda invece il reato di guida in stato di ebbrezza alcolica, i carabinieri di Solofra hanno denunciato in stato di libertà una 26enne che, a seguito di un sinistro stradale con soli danni ai mezzi avvenuto all’alba nella cittadina della concia, si è rifiutata categoricamente di sottoporsi all’accertamento sul tasso alcolico. Per lei, che palesava evidentissimi sintomi di ubriachezza, quale alito vinoso, andatura barcollante e frasi sconnesse, oltre alla denuncia penale è scattato pure il ritiro della patente di guida. Sempre a Solofra, i carabinieri della locale Stazione hanno denunciato anche un 34enne del posto, che sottopostosi all’accertamento sull’uso di alcol, è risultato con un tasso alcolico addirittura 3 volte superiore al massimo consentito dalla legge. In più, i successivi controlli all’autovettura sulla quale viaggiava hanno consentito di appurare che la stessa era non solo priva della copertura assicurativa, ma pure munita di un tagliando falso: per questo, l’uomo è stato pure denunciato per il reato di falsità in scrittura privata, con conseguente ritiro della patente di guida e sequestro dell’autovettura. Ad Aiello del Sabato, un noto 35enne pregiudicato di Atripalda, in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, è stato denunciato in stato di libertà per aver trasgredito alle prescrizioni derivanti da tale misura, essendo stato controllato in un bar di Aiello senza aver con sé la carta precettiva destinata appunto ai controlli e pure in compagnia di persone pregiudicate, che lo stesso aveva l’assoluto divieto di frequentare. Per quanto concerne invece il preoccupante fenomeno della cosiddetta movida violenta, sono state ben 3 le persone finite nei guai nel corso di quest’ultimo fine settimana per il porto abusivo di armi o di oggetti atti ad offendere. A Solofra, un 46enne residente a Cava de’ Tirreni (SA), notato appartato in modo sospetto nei pressi del cimitero a bordo di una Opel Astra, è stato sorpreso nel materiale possesso di un grosso tubo in ferro con una punta ad uncino. Ad Avellino, invece, un 49enne di Battipaglia (SA), è stato denunciato dai militari del Nucleo Radiomobile per il reato di minaccia a mano armata, giacché sorpreso a minacciare un altro utente della strada, per futili motivi inerenti alla circolazione stradale, con una grossa spranga in ferro che aveva occultato nel proprio furgone. Infine, e questo è il fatto più allarmante, un 20enne pregiudicato di Summonte (AV), è stato denunciato tanto per il reato di porto abusivo di armi quanto per quello di porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere, poiché sorpreso nel materiale possesso di un pugnale lungo 13 cm, di un coltello a serramanico lungo 12 cm, di un ascia di 80 cm e di un bastone in legno, tutti occultati all’interno della Mercedes Classe A con cui stava attraversando le vie del capoluogo irpino nel corso del sabato notte. Per quanto riguarda invece le sostanze stupefacenti, un 18enne pregiudicato di Montoro Inferiore è stato sorpreso nelle strade della cittadina della concia in possesso di una modica quantità di cocaina, sicuramente riconducibile al consumo personale, ma che getta ancora una volta l’allarme sul consumo di droga tra i giovanissimi. Per lui, sequestro della droga e segnalazione amministrativa al Prefetto di Avellino. Nella stessa situazione anche un altro giovanissimo, un 20enne di Avellino, sorpreso in possesso di una modica quantità di hashish, anche in questo caso sicuramente riconducibile al consumo personale.

Condividi