IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Muore schiacciato dal trattore mentre ara i campi
Ambiente e territorio, seminario all’ex Carcere Borbonico di Avellino
Avellino, applicazione gratuita dei microchip ai cani. Appuntamento all'ingresso della villa comunale
Impianto di compostaggio di Teora, terminati i lavori. Domani la consegna. -
Bus Calitri-Avellino, la Provincia scrive all’azienda Di Maio: “La corsa delle 5,45 verso il capoluogo non va soppressa”
L'Irpinia trema: lieve scossa di terremoto a San Nicola Baronia
Truffe on line con PostePay, si fingono carabinieri e gli svuotano la carta
Meteo, dal 21 luglio nuova ondata di caldo africano
Consumare frutta secca aumenta il desiderio sessuale
Montoro, ingerisce soda caustica. Grave bimbo di 4 anni

 

Nella polleria faceva vivere anche i gatti: chiuso il locale a Rotondi

In azione i carabinieri della locale stazione e i Nas

I carabinieri in azione

(I carabinieri in azione)
(Foto: Carmine Bellabona)

Carenze igienico-sanitarie: sequestrata una polleria. I carabinieri della Stazione di Cervinara e i militari del NAS di Salerno hanno effettuato un controllo amministrativo e sanitario ad un deposito di carni avicunicole di proprietà di una polleria del posto, di proprietà di un 52enne originario del beneventano. Le operazioni, durate per l’intera mattinata, si sono svolte con un attento esame delle condizioni igienico-sanitarie in cui versava questo deposito, dove appunto venivano stoccati e da là trasportati i prodotti avicoli prodotti da quell’azienda individuale. Al termine delle operazioni, purtroppo, i militari dell’Arma hanno dovuto constatare non poche irregolarità dal punto di vista igienico-sanitario. Anzitutto, al momento stesso del loro ingresso, i carabinieri hanno riscontrato la irregolare presenza di animali vivi, ovverosia di gatti che giravano indisturbati nel deposito, con tanto di ciotole per la relativa alimentazione, segno che quei gatti vivevano là nell’azienda. Entrando nei locali, invece, i carabinieri hanno dovuto contestare al titolare della polleria una scarsa igiene dovuta ad una certamente non costante opera di pulizia ordinaria e straordinaria, nonché l’irregolare registrazione delle pulizie dei locali e del veicolo utilizzato per il trasporto dei prodotti avicoli, anche questi risultati quindi insufficienti dal punto di vista igienico. Infine, passati al controllo dell’alimento, cioè delle carni avicole, i militari hanno riscontrato un’irregolarità consistente nella mancata applicazione delle procedure relative alla tracciabilità e rintracciabilità delle carni. Terminate le operazioni ispettive, i carabinieri della locale Stazione e quelli del NAS di Salerno hanno intimato al proprietario della polleria l’immediata sospensione delle operazioni della ditta, per tutto il tempo necessario e che sarà stabilito dall’ASL di Avellino, autorità sanitaria che verrà informata con apposita comunicazione, indirizzata anche al Sindaco di Rotondi, in qualità di autorità amministrativa

Condividi