IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Festa della scuola ad Aiello del Sabato, l'iniziativa promossa dal vicesindaco Gaeta
"Verde urbano in condizioni disastrose e inquinamento dell'aria: subito interventi". L'allarme dell'Ordine Agronomi
Bomba da mortaio in un castagneto, paura ad Ospedaletto
Altacauda, Alzacunda, Altavilla Irpina: Storia di Gentes Romane e fonti di acqua termale
Avellino, 65enne rinvenuta cadavere in Cavour: s'indaga
Affitti, 45 milioni per il sostegno alle famiglie
Le graduatorie misure 411 e Psr Campania 2014-2020, Federazione Agronomi: "Finanziare tutte le istanze e snellire le procedure"
Sequestro di persona, arrestato 60enne di Avella
Ai medici e agli infermieri del Moscati pizze in dono dalla Taverna De Gustibus di Cesinali
"Abella, Abellum, Abellinum": Colonie Romane tra antichi culti pagani e noccioleti

 

Nella polleria faceva vivere anche i gatti: chiuso il locale a Rotondi

In azione i carabinieri della locale stazione e i Nas

I carabinieri in azione

(I carabinieri in azione)
(Foto: Carmine Bellabona)

Carenze igienico-sanitarie: sequestrata una polleria. I carabinieri della Stazione di Cervinara e i militari del NAS di Salerno hanno effettuato un controllo amministrativo e sanitario ad un deposito di carni avicunicole di proprietà di una polleria del posto, di proprietà di un 52enne originario del beneventano. Le operazioni, durate per l’intera mattinata, si sono svolte con un attento esame delle condizioni igienico-sanitarie in cui versava questo deposito, dove appunto venivano stoccati e da là trasportati i prodotti avicoli prodotti da quell’azienda individuale. Al termine delle operazioni, purtroppo, i militari dell’Arma hanno dovuto constatare non poche irregolarità dal punto di vista igienico-sanitario. Anzitutto, al momento stesso del loro ingresso, i carabinieri hanno riscontrato la irregolare presenza di animali vivi, ovverosia di gatti che giravano indisturbati nel deposito, con tanto di ciotole per la relativa alimentazione, segno che quei gatti vivevano là nell’azienda. Entrando nei locali, invece, i carabinieri hanno dovuto contestare al titolare della polleria una scarsa igiene dovuta ad una certamente non costante opera di pulizia ordinaria e straordinaria, nonché l’irregolare registrazione delle pulizie dei locali e del veicolo utilizzato per il trasporto dei prodotti avicoli, anche questi risultati quindi insufficienti dal punto di vista igienico. Infine, passati al controllo dell’alimento, cioè delle carni avicole, i militari hanno riscontrato un’irregolarità consistente nella mancata applicazione delle procedure relative alla tracciabilità e rintracciabilità delle carni. Terminate le operazioni ispettive, i carabinieri della locale Stazione e quelli del NAS di Salerno hanno intimato al proprietario della polleria l’immediata sospensione delle operazioni della ditta, per tutto il tempo necessario e che sarà stabilito dall’ASL di Avellino, autorità sanitaria che verrà informata con apposita comunicazione, indirizzata anche al Sindaco di Rotondi, in qualità di autorità amministrativa

Condividi