IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Avellino, movida e assembramenti: vietata la vendita di alcolici dopo le 21 nei market
Guasto condotta idrica a Mercogliano, dieci Comuni senz'acqua
Ospedale di Solofra, restituiti ai donatori i 230mila euro raccolti per la realizzazione della terapia intensiva
Uffici Postali aperti a Ferragosto, 160 ad Avellino e provincia
Raid vandalico al campo estivo: gazebo, sedie e tavoli distrutti
Abbruciamento di residui a Montevergine rischia di provocare un incendio, la denuncia dell'Osservatorio Meteorologico
Sospensione del servizio idrico in Irpinia, ecco dove
Cesinali, c'è il Servizio Civico: ecco il lavoro di pubblica utilità
Odaf Avellino, il vicepresidente Antonio Capone nominato Miglior Agronomo d'Italia 2020
Perde il controllo e si schianta contro il muro, paura per due anziani sull'A16

 

Nuovo sequestro di droga da parte della Gdf

In azione i militari della Tenenza di Sant'Angelo dei Lombardi

Un controllo della Gdf

(Un controllo della Gdf)
(Foto: Irpiniareport)

Prosegue l’attività della Guardia di Finanza a contrasto della diffusione di sostanze stupefacenti e psicotrope in provincia, con una strategia di contrasto incentrata su intensificazione della presenza ed incremento dei controlli nei momenti di maggiore “pericolosità” (fine-settimana o giorni pre-festivi). In concomitanza con il ferragosto l’attività delle Fiamme Gialle, in sintonia con gli altri servizi posti in essere dalle altre forze di polizia, si è articolata in posti di blocco e controlli, anche mobili, in corrispondenza delle principali arterie di comunicazione. L’articolato dispositivo di contrasto, attuato in maniera coordinata da Fiamme Gialle, Polizia e Carabinieri a tutela della sicurezza in genere, ha portato gli uomini della Tenenza di Sant’Angelo dei Lombardi (agli ordini del tenente Luciano Maria Reale) ad un importante risultato anche per quanto attiene il contrasto alla diffusione di sostanze stupefacenti e psicotrope. Nel primo pomeriggio odierno una pattuglia di finanzieri, dopo aver dato corso a numerosi controlli lungo le principali strade provinciali e statali, si è spostata in corrispondenza del casello autostradale dell’A-16 di Lacedonia, in località Calaggio. In un momento di relativa calma del traffico autostradale, intorno alle ore 14.30 l’attenzione dei militari era attirata da una vettura che, alla vista del posto di blocco, aveva prima bruscamente diminuito sua velocità per poi riprendete, dopo una frazione di secondo, la sua andatura normale. I militari decidevano di fermare per un controllo l’utilitaria (marca CITROEN) e di verificare documenti del conducente e del passeggero a bordo. Il conducente appariva da subito vistosamente agitato per cui si decideva di dar corso ad un accurato controllo del mezzo. Non erano nemmeno cominciate le operazioni di perquisizione che il giovane, ritenendo sua sponte che fosse opportuno appalesare il motivo della sua agitazione, tirava dal marsupio che indossava un involucro di plastica e lo consegnava spontaneamente ai finanzieri. All’interno della bustina vi era una barretta di colore verde-marroncino che, sottoposta ad analisi speditiva a mezzo NARCOTEST, evidenziava la colorazione tipica dell’hashish per un peso complessivo di 8,3 grammi. La perquisizione veniva comunque effettuata, con esito negativo, sia sulla persona dei due occupanti dell’auto che sulla vettura stessa. Mentre il ventinovenne, identificato per tale S.G., nato a Frascati (RM), era accompagnato presso gli uffici della Tenenza in Sant’Angelo dei Lombardi, veniva data notizia di quanto accaduto al magistrato di turno: in considerazione della modica quantità e dell’assenza di precedenti nei confronti del giovane scattava la denuncia per spaccio, in linea con le disposizioni di cui all’articolo 73 del D.P.R. 309/1990 (quinto comma) ma non si dava corso all’arresto mentre la sostanza stupefacente era sottoposta a sequestro ai sensi dell’articolo 354 del codice di procedura penale.

Condividi