IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Sciopero lavoratori Irpiniambiente, sospesa la raccolta dei rifiuti
La terra trema in Irpinia, scossa di terremoto a Caposele
Camion dei rifiuti finisce nel torrente, paura a Solofra
In azione la banda delle tabaccherie, razzia nella notte di sigarette e gratta e vinci
Avellino, tenta di suicidarsi lanciandosi dal balcone. Grave 34enne
Giovane escursionista si frattura una gamba, soccorsa sulle montagne di Bagnoli
Serie di furti a Mercogliano, prese di mira le ville in via San Nicola
Fuga di gas, esplode un'abitazione. Due feriti
Spaventoso incidente tra due auto, due feriti. Muore ragazza 36enne
Schianto nella notte a Cesinali, ferito 56enne

 

Picchia la figlia con un bastone, arrestato padre violento

L'arresto dei carabinieri

(L'arresto dei carabinieri)
(Foto: Irpiniareport)

Ancora un episodio di violenza consumatasi tra le mura domestiche. È accaduto ieri a Fontanarosa dove i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto un uomo del posto, già noto alle Forze dell’Ordine, ritenuto responsabile di “Lesioni personali aggravate” nei confronti della figlia. A seguito di una segnalazione giunta al 112, il militare in servizio alla Centrale Operativa, intuito immediatamente che dietro quella animosa telefonata si celava una situazione d’emergenza, disponeva in tempo reale l’invio di una pattuglia. Qualche minuto e i Carabinieri (già di perlustrazione in quell’area nell’ambito della capillare attività di controllo del territorio che il Comando Provinciale di Avellino quotidianamente dispone al fine di garantire sicurezza e rispetto della legalità) giungono all’abitazione segnalata dove hanno trovato la ragazza in lacrime. L’attività d’indagine permetteva ai Carabinieri di rinvenire il bastone di legno con il quale l’uomo (al momento non presente in casa), per futili motivi aveva malmenato la figlia che, prontamente soccorsa e trasportata all’ospedale “Frangipane” di Ariano Irpino, per le lesioni riportate veniva giudicata con 20 giorni di prognosi. Le immediate ricerche hanno consentito agli operanti di rintracciare il soggetto in quel centro abitato: prontamente bloccato e condotto in Caserma, su disposizione della Procura della Repubblica di Benevento, nei suoi confronti è stata avviata la procedura di cui al “Codice Rosso”: l’arrestato, dopo le formalità di rito è stato sottoposto ai domiciliari e la ragazza trasferita in struttura protetta.

Condividi