IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Da oggi riaprono gli scavi archeologici di Mirabella Eclano
Avellino, obbligo della mascherina al Corso da oggi fino a lunedì. Multa da 400 euro per i trasgressori
Ferragosto in Irpinia, scattati i controlli per garantire sicurezza e legalità
Coltivavano piante di cannabis, nei guai padre e figlia
Pugni e schiaffi a un giovane per rapinarlo dello smartphone, arrestato napoletano
Tragedia sfiorata in autostrada: albero cade sull'A16
Avellino, movida e assembramenti: vietata la vendita di alcolici dopo le 21 nei market
Guasto condotta idrica a Mercogliano, dieci Comuni senz'acqua
Ospedale di Solofra, restituiti ai donatori i 230mila euro raccolti per la realizzazione della terapia intensiva
Uffici Postali aperti a Ferragosto, 160 ad Avellino e provincia

 

Picchia la zia per denaro, denunciato un 22enne

Richiesto anche provvedimento di allontanamento dalla parente

L'auto dei carabinieri

(L'auto dei carabinieri)
(Foto: Carmine Bellabona)

Un 22enne è stato denunciato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Avellino per estorsione e maltrattamenti nei confronti di una parente. Il giovane, disoccupato e residente a Contrada San Tommaso, ieri sera dopo la partita dei play off dell'Avellino è rientrato a casa dalla zia 50enne per chiederle l’ennesima donazione di denaro. La donna si è rifiutata e il 22enne ha scatenato la sua rabbia, picchiando violentemente la zia e scaraventandola contro il muro della cucina tanto da costringerla a fuggire in strada e a chiedere aiuto ad un vicino che ha avvertito immediatamente i carabinieri. Il giovane, nonostante l'intervento dei militari, ha continuato ad inveire contro la zia, perciò è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino per i reati di tentata estorsione e maltrattamenti in famiglia, con la richiesta di emissione di un provvedimento giudiziario che lo costringa a non avvicinarsi più alla zia, visto che l’episodio di ieri sera non era il primo, ma l’ennesimo di una lunga serie, solo a volte denunciati.

Condividi