IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Svaligiata una boutique a Mercogliano, rubati 600 capi
Distrusse i beni dell'Ufficio Protocollo del Comune, condannato operatore ecologico
Violenza sessuale e stalking nei confronti di una dipendente, arrestato datore di lavoro
Incendio in autostrada, va a fuoco un'auto mentre è in marcia. Paura per due giovani
Anziani rinchiusi nella tavernetta mentre i ladri svaligiano la casa
Avellino, botte agli anziani genitori: arrestato 43enne
Avellino, studente cinese aggredito in città: oggi verrà ascoltato dai carabinieri
L’ Atripalda Volleyball apre il girone di ritorno con una sconfitta contro la Sacs
Avellino, mercato bisettimanale: da domani a Campo Genova
“Aree interne, sviluppo e legalità”, se ne discute a Cesinali

 

Poliziotti diffamati in un incontro a Sant'Angelo a Scala: condannato Casarini

La vicenda risale al 2001. Soddisfazione da parte del Consap

Il Tribunale di Avellino

(Il Tribunale di Avellino)
(Foto: Carmine Bellabona)

Il segretario nazionale di specialità del Consap, Stefano Spagnoli ha espresso "piena soddisfazione" per la decisione della Cassazione di confermare la condanna della Corte di appello di Napoli nei confronti dell'ex leader dei disobbedienti del nord-est Luca Casarini a pagare i danni da diffamazione dopo che aveva paragonato i dirigenti dei sindacati di polizia a dei "nazistelli in divisa". Spagnoli ha sottolineato di essere stato lui a chiamare in giudizio per Casarini in seguito a una conferenza stampa del gennaio del 2001 a Sant'Angelo della Scala (Avellino). "I giudici hanno condiviso quanto detto da me fin da subito - commenta Spagnoli -, ritenendo assolutamente inaccettabile che qualcuno si possa alzare la mattina e definire noi poliziotti dei nazistelli. E' una dichiarazione altamente offensiva".

Condividi