IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Da oggi riaprono gli scavi archeologici di Mirabella Eclano
Avellino, obbligo della mascherina al Corso da oggi fino a lunedì. Multa da 400 euro per i trasgressori
Ferragosto in Irpinia, scattati i controlli per garantire sicurezza e legalità
Coltivavano piante di cannabis, nei guai padre e figlia
Pugni e schiaffi a un giovane per rapinarlo dello smartphone, arrestato napoletano
Tragedia sfiorata in autostrada: albero cade sull'A16
Avellino, movida e assembramenti: vietata la vendita di alcolici dopo le 21 nei market
Guasto condotta idrica a Mercogliano, dieci Comuni senz'acqua
Ospedale di Solofra, restituiti ai donatori i 230mila euro raccolti per la realizzazione della terapia intensiva
Uffici Postali aperti a Ferragosto, 160 ad Avellino e provincia

 

Raggirano un agricoltore facendosi consegnare circa 500 euro, presi i truffatori

l'auto dei carabinieri

(l'auto dei carabinieri)
(Foto: Irpiniareport)

I carabinieri della Stazione di Calitri hanno denunciato tre uomini della provincia di Foggia, ritenuti responsabili di Truffa in concorso. L’indagine prende spunto dalla denuncia sporta da un agricoltore del luogo che, dovendo acquistare un “trinciasarmenti”, veniva attratto da un’offerta oltremodo conveniente pubblicata su un noto sito di annunci on-line: considerato l’ottimo prezzo, non esitava a contattare l’inserzionista sia per avere maggiori chiarimenti sull’attrezzo agricolo sia per ridurre al minimo il suo dubbio che potesse trattarsi di una truffa. Venivano così fornite dettagliate spiegazioni che conquistavano la fiducia dell’interessato il quale non esitava ad effettuare il pagamento mediante versamento su carta prepagata. Ma, ricevuti i 450 euro pattuiti, il fittizio venditore si rendeva irreperibile. Le indagini condotte dai Carabinieri hanno consentito di accertare che quella carta prepagata era stata attivata esibendo documenti falsi riportanti i dati di un uomo deceduto qualche anno fa e, nel contempo, di risalire all’identità dei presunti responsabili della truffa. Si tratta di tre uomini della provincia di Foggia, di età compresa tra i 45 ed i 65 anni, già noti alle Forze dell’Ordine, che sono stati deferiti in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria. Si ricordano ancora una volta gli utili consigli riportati con l’iniziativa “Difenditi dalle truffe”, nata per forte volontà dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino ed attuata in modo capillare sul territorio da parte di tutti i reparti dipendenti, per la specifica prevenzione di tale reato predatorio. È importante saper riconoscere le situazioni più a rischio e, di conseguenza, i comportamenti da assumere, diffidando sempre degli acquisti oltremodo convenienti, trattandosi verosimilmente di una truffa o di prodotti rubati.

Condividi