IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Perde il controllo e si schianta contro il muro, paura per due anziani sull'A16
Auto sbanda e si ribalta, ferita una ragazza
Ragazzina beve alcolici e finisce in ospedale, denunciato il titolare del bar
Serino, sequestrati 800 grammi di droga occultata in casa. Un arresto e due denunce
Allerta meteo in Campania, pioggia e vento anche in Irpinia
Danni al comparto agricolo per la grandinata, Ordine Agronomi Avellino: "Proclamare lo stato di calamità naturale e disporre aiuti alle imprese"
Ofantina, al via i lavori in località Montechiuppo a Manocalzati. Code nelle ore di punta
Grandine in Irpinia distrugge frutteti e vigneti, danni ingenti
Gestione illecita di prodotti alimentari, denuncia e sanzione per un'azienda agricola
Sbanda e finisce nella scarpata, ferita 35enne

 

Rinvenuto altro amianto nell'ex Isochimica, occultato nei decenni dalla folta vegetazione

L'ex Isochimica

(L'ex Isochimica)
(Foto: Irpiniareport)

AVELLINO - Altro amianto è stato ritrovato all'interno dell'ex Isochimica. E' stato rinvenuto sull'area della fabbrica nella parte adiacente via Pianodardine. Ben occultato dalla folta vegetazione cresciuta nei decenni e probabilmente utilizzato come riempimento di una delle tre vasche di depurazione inesplorate nel corso del tempo. Dal sottosuolo sarebbero emersi pezzi di sacchi di plastica probabilmente (come tante volte raccontato dagli ex operai) venivano utilizzati per raccogliere ed interrare di notte la polvere grattata via dalle carrozze ferroviarie. In quell'area sono stati rinvenuti rifiuti di diversa tipologia come fusti metallici di colore blu e marrone, alcune taniche, non tutti vuoti, da classificare e smaltire come rifiuti pericolosi perché risulta impossibile risalire all'origine e alla composizione dei loro contenuti, e diverso materiale ferroso, come la copertura delle tre vasche di depurazione e numerose traverse ferroviarie. E' stato immediatamente comunicato al Comune che ha già predisposto, ottenendo il via libera dall'Arpac, una variazione del programma chiedendo altri 8 carotaggi, di cui quattro tradizionali e 4 infittimenti proprio intorno alle vasche. Intanto, dall'indagine che ha riguardato lo scheletro della palazzina in costruzione, i due capannoni e il fabbricato adibito agli uffici nelle fondamenta non sarebbe stata riscontrata presenza di amianto.

Condividi