IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Cesinali, investito mentre entra in farmacia. Ferito 30enne
“Le donne risorse chiave per lo sviluppo delle professioni”. L’agronoma irpina Natalia De Vito interviene al XII Convegno del Coordinamento Napoletano Donne nella Scienza
Si spaccia per avvocato e truffa un anziano, s'indaga
Asl Avellino, al via la campagna di inserimento gratuito del microchip a cani e gatti
Avellino, al via il Festival dello Sviluppo Sostenibile 2019. L'evento promosso dagli agronomi irpini
Avellino, ruba l'identità dello zio per incassare il denaro del libretto postale. Arrestato 46enne
Cesinali, successo e partecipazione per la Passeggiata Ecologica organizzata dai bambini della scuola primaria
Incassa i risarcimenti dei propri clienti, nei guai avvocato 45enne
Il ministro Lezzi in Irpinia, ecco le tappe
Bilancio, assemblea dei sindaci a Palazzo Caracciolo

 

Rissa tra due famiglie, denunciati in otto

Intervento dei carabinieri

(Intervento dei carabinieri)
(Foto: Irpiniareport)

I Carabinieri della Stazione di San Martino Valle Caudina, al termine degli accertamenti info-investigativi, grazie ai sistemi di videosorveglianza e alle testimonianze raccolte, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo, otto persone del luogo ritenute responsabili del reato di rissa. La violenta zuffa scaturiva qualche giorno fa tra i componenti della stessa famiglia in una piazza del Comune di San Martino Valle Caudina: dopo pochi minuti i predetti, costituitisi in due gruppi, con l’acuirsi della tensione dovuta ad un continuo crescendo di insulti e rabbia, incominciavano ad aggredirsi fisicamente con calci e pugni, facendo poi ricorso anche all’utilizzo di una mazza di legno, rinvenuta e sottoposta a sequestro dai militari operanti. Lo scontro, scaturito per futili motivi, è durato diversi minuti, con momenti di inaudita violenza e grande pericolo, sedati solo all’arrivo della pattuglia dei Carabinieri. Alla luce delle evidenze raccolte, i Carabinieri hanno provveduto a far scattare a carico di tutti e otto i soggetti, di età compresa fra i 18 ed i 60 anni, la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

Condividi