IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Esplosione al bancomat, torna in azione la banda della marmotta
Tragico incidente nella notte, perdono la vita zio e nipote di 15 anni
Raid al ristorante, le impronte incastrano il ladro
Bruciano tre auto nella notte, s'indaga
Muore sotto gli occhi del figlio, tragedia in autogrill
Furto al Comune di Cervinara, rubati 1000 euro e le carte d'identità
L'assessore regionale Lucia Fortini all'Istituto Comprensivo di Aiello del Sabato per il progetto "Scuola Viva"
Spaccio di droga, 30enne arrestato. In casa nascondeva hashish
Abbattono il muro divisorio e si appropriano dell'appartamento adiacente, nei guai marito e moglie
Cesinali, al via i festeggiamenti di San Gerardo. Weekend di musica, degustazione e divertimento

 

Ritrovato dalla Polstrada l'escavatore rubato in un cantiere sull'A16

Un escavatore

(Un escavatore)
(Foto: Irpiniareport)

La Polizia di Stato, con uomini e mezzi appartenenti alla Sezione Polizia Stradale di Avellino al termine di una specifica attività di polizia giudiziaria, protrattasi per l’intera giornata di ieri, rinveniva un escavatore dal valore di 180.000 euro. L’indagine veniva avviata prontamente a seguito della segnalazione da parte del responsabile di un cantiere stradale installato sull’arteria autostradale A16 tra Lacedonia e Vallata, che durante la mattinata del 12 settembre 2018, aveva riscontrato l’asportazione di un escavatore marca KOMATSU. Gli ignoti responsabili, dopo aver condotto il mezzo cingolato fuori dall’autostrada, abbattendo il sicurvia e la rete di recinzione, caricavano l’ escavatore su di un mezzo industriale facendo perdere le proprie tracce. L’Attività infoinvestigativa messa subito in atto dalla dipendente Sottosezione Polstrada di Grottaminarda, dopo poche ore dal furto, permetteva di localizzare l’esatta posizione dell’escavatore nelle campagne foggiane. Il mezzo veniva immediatamente rinvenuto e restituito ai legittimi proprietari da personale della Polizia di Stato della Questura di Foggia.

Condividi