IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Da oggi riaprono gli scavi archeologici di Mirabella Eclano
Avellino, obbligo della mascherina al Corso da oggi fino a lunedì. Multa da 400 euro per i trasgressori
Ferragosto in Irpinia, scattati i controlli per garantire sicurezza e legalità
Coltivavano piante di cannabis, nei guai padre e figlia
Pugni e schiaffi a un giovane per rapinarlo dello smartphone, arrestato napoletano
Tragedia sfiorata in autostrada: albero cade sull'A16
Avellino, movida e assembramenti: vietata la vendita di alcolici dopo le 21 nei market
Guasto condotta idrica a Mercogliano, dieci Comuni senz'acqua
Ospedale di Solofra, restituiti ai donatori i 230mila euro raccolti per la realizzazione della terapia intensiva
Uffici Postali aperti a Ferragosto, 160 ad Avellino e provincia

 

Ruba in un edificio comunale: arrestato

Carabinieri in azione a Roccabascerana

Carabinieri

(Carabinieri)
(Foto: Carmine Bellabona)

I carabinieri della Stazione di Roccabascerana hanno tratto in arresto un noto soggetto del posto, residente nel napoletano ma di fatto domiciliato nel paesino caudino, pregiudicato in atto sottoposto all’obbligo di firma proprio presso quel comando dell’Arma, sorpreso in flagranza del reato di furto aggravato. Infatti, durante i normali controlli del territorio operati dai militari di quella Stazione Carabinieri, l’attenzione della pattuglia è stata attirata da dei movimenti e rumori sospetti che provenivano da uno stabile di proprietà comunale, già ospitante la scuola elementare del posto ed ora in disuso. Fermatisi a verificare meglio ciò che stava accadendo, i carabinieri si sono subito imbattuti nel noto pregiudicato, intento a smontare i radiatori dell’impianto di riscaldamento dai muri delle classi. Fermato l’uomo e fatto desistere dal suo intento criminoso, lo stesso è stato dapprima condotto presso la locale Stazione Carabinieri ove, vagliata la vicenda e sentita la magistratura inquirente nella persona del sostituto procuratore Elia Taddeo, l’uomo è stato poi tratto in arresto per l’accusa di furto aggravato dal fatto che si trattava di un edificio pubblico. Dopo una notte trascorsa presso le celle del Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino, l’arrestato è stato processato questa mattina con il rito per direttissima presso le aule dibattimentali del Palazzo di Giustizia di Avellino. Al termine del processo, convalidato pienamente l’arresto operato dai carabinieri, i giudici irpini hanno optato per la sua liberazione con la prescrizione però di presentarsi giornalmente presso quel Comando dell’Arma.

Condividi