IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Avellino, al via il Festival dello Sviluppo Sostenibile 2019. L'evento promosso dagli agronomi irpini
Avellino, ruba l'identità dello zio per incassare il denaro del libretto postale. Arrestato 46enne
Cesinali, successo e partecipazione per la Passeggiata Ecologica organizzata dai bambini della scuola primaria
Incassa i risarcimenti dei propri clienti, nei guai avvocato 45enne
Il ministro Lezzi in Irpinia, ecco le tappe
Bilancio, assemblea dei sindaci a Palazzo Caracciolo
Minacce al comandante Arvonio, la solidarietà del presidente Biancardi
In trasferta da Foggia per commettere furti in Irpinia, fermati 5 pregiudicati
Ruba i dati di una carta di credito per acquistare il televisore, nei guai una 45enne
Tangenti per pilotare le sentenze, 14 arresti. Coinvolti due irpini

 

Rubano un escavatore, quattro pneumatici e diversi litri di gasolio in un cantiere. Inseguiti, abbandonano la refurtiva

l'escavatore recuperato

(l'escavatore recuperato)
(Foto: Carabinieri della Compagnia della compagnia di Sant'Angelo dei Lomabrdi)

I Carabinieri della Compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi, su disposizione del Comando Provinciale di Avellino, nell’ultimo periodo hanno intensificato i controlli finalizzati a contrastare i reati in genere, in particolare a fronteggiare il fenomeno dei delitti contro il patrimonio. Ed anche questa volta ai ladri è andata male: i malviventi avevano da poco perpetrato un furto in un cantiere, caricando su un autocarro un escavatore, quattro pneumatici per autocarro e cinque taniche contenenti complessivamente 100 litri di gasolio. I fatti si sono svolti nella nottata a Lioni: la pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi, insospettita dal passaggio del mezzo a quell’ora in quella zona, decidevano di procedere al controllo. Alla vista della Gazzella il veicolo sospetto rallentava inspiegabilmente l’andatura; all’“Alt!” dei Carabinieri, il conducente in un primo momento dimostrava l’intenzione di accostare ma, avvicinatosi, accelerava repentinamente la corsa. Ne scaturiva un breve inseguimento al termine del quale l’autista ed in suo complice abbandonavano l’autocarro e riuscivano a far perdere le tracce nelle campagne circostanti, favoriti dalla vegetazione e dall’oscurità. Sia il camion che la refurtiva sono stati sottoposti a sequestro, in attesa della restituzione agli aventi diritto. Sono in corso indagini tese all’identificazione dei responsabili. L’attività di controllo straordinario del territorio continuerà senza sosta nell’intera provincia, per ridare fiducia e tranquillità alla popolazione.

Condividi