IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Si alza il sipario su "Natale ad Aiello"
Condannato per furti, ai domiciliari 40enne
Lesioni e porto abusivo d'armi, in manette 30enne
Donna trovata morta in casa, s'indaga
Estorsione ai danni di un barista, arrestato 58enne di Fontanarosa
Avellino, saccheggia l'edicola davanti alle Poste: ladro bloccato dalla Polizia Municipale
Maxi sequestro di olio in un frantoio irpino
"Piano per il Lavoro" ad Aiello, soddisfatto l'assessore Preziosi: "Misura finalizzata alla formazione e all'inserimento lavorativo"
Ponte di Parolise, vertice al Genio Civile con Anas e il ministero delle Infrastrutture
Bambino strangolato da due compagni finisce in ospedale. Choc nella scuola elementare di Melito

 

Rubano un escavatore, quattro pneumatici e diversi litri di gasolio in un cantiere. Inseguiti, abbandonano la refurtiva

l'escavatore recuperato

(l'escavatore recuperato)
(Foto: Carabinieri della Compagnia della compagnia di Sant'Angelo dei Lomabrdi)

I Carabinieri della Compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi, su disposizione del Comando Provinciale di Avellino, nell’ultimo periodo hanno intensificato i controlli finalizzati a contrastare i reati in genere, in particolare a fronteggiare il fenomeno dei delitti contro il patrimonio. Ed anche questa volta ai ladri è andata male: i malviventi avevano da poco perpetrato un furto in un cantiere, caricando su un autocarro un escavatore, quattro pneumatici per autocarro e cinque taniche contenenti complessivamente 100 litri di gasolio. I fatti si sono svolti nella nottata a Lioni: la pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi, insospettita dal passaggio del mezzo a quell’ora in quella zona, decidevano di procedere al controllo. Alla vista della Gazzella il veicolo sospetto rallentava inspiegabilmente l’andatura; all’“Alt!” dei Carabinieri, il conducente in un primo momento dimostrava l’intenzione di accostare ma, avvicinatosi, accelerava repentinamente la corsa. Ne scaturiva un breve inseguimento al termine del quale l’autista ed in suo complice abbandonavano l’autocarro e riuscivano a far perdere le tracce nelle campagne circostanti, favoriti dalla vegetazione e dall’oscurità. Sia il camion che la refurtiva sono stati sottoposti a sequestro, in attesa della restituzione agli aventi diritto. Sono in corso indagini tese all’identificazione dei responsabili. L’attività di controllo straordinario del territorio continuerà senza sosta nell’intera provincia, per ridare fiducia e tranquillità alla popolazione.

Condividi