IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Atripalda, sequestrati 300 chili di pesce fresco e 28 bottiglie di alcol contraffatto. Chiuso un bar
Paura nella notte a San Potito Ultra, in fiamme tre auto in via Tofaniello
Fiamme alla saracinesca del negozio di arredi, s'indaga
Ritirati dal mercato bocconcini di salame per rischio salmonella
Forte scossa di terremoto ad Atene, telecomunicazioni interrotte
Manocalzati, tenta di acquistare un'auto di lusso con documenti falsi. In manette truffatore seriale
Coltivava piante di canapa indiana nella baracca, nei guai 71enne
Muore schiacciato dal trattore mentre ara i campi
Ambiente e territorio, seminario all’ex Carcere Borbonico di Avellino
Avellino, applicazione gratuita dei microchip ai cani. Appuntamento all'ingresso della villa comunale

 

Santo Stefano del Sole, arrestato stalker 43enne

I carabinieri di Serino

(I carabinieri di Serino)
(Foto: Irpiniareport)

Questa mattina i Carabinieri della Stazione di Serino hanno eseguito una misura cautelare, in regime di arresti domiciliari, per stalking a carico di un 43enne abitante in Santo Stefano del Sole, già colpito dalla misura dell’allontanamento dalla casa familiare e dal divieto di avvicinamento alla ex compagna. I Carabinieri, dopo la sottoposizione a quest’ultima misura, accertavano da parte del presunto stalker plurime condotte di violazione ai divieti impostigli dall’Autorità Giudiziaria, mediante comportamenti aggressivi e minatori nei confronti della persona offesa, che inducevano l’A.G. ad emettere il provvedimento cautelare degli arresti domiciliari, al fine di impedire eventuali ulteriori atti violenti da parte dello stesso. Le violazioni a carico dell’arrestato sono state accertate dai militari nell’ambito di servizi predisposti dal Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, per il controllo dei soggetti sottoposti a misure cautelari a tutela delle vittime di atti persecutori, al fine di garantire il rispetto delle prescrizioni imposte ed impedire ulteriori attività lesive dell’incolumità e dell’integrità delle vittime. I controlli, in questo caso, hanno consentito di raccogliere gli elementi necessari per consentire all’Autorità Giudiziaria di applicare una più incisiva misura cautelare, il cui rispetto delle prescrizioni sarà verificato con costante e mirato impegno da parte dei Carabinieri.

Condividi