IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Avellino, arrestato l'uomo che ha preso a martellate l'ex compagna
Sventato furto al negozio di elettronica, ladri messi in fuga dal nebbiogeno
Avellino, acqua non potabile: disposta la chiusura della fontanina in viale Italia
Suini malati, feriti e morti: sequestro in un'azienda di Lacedonia. Denunciata la titolare
Festino di droga e musica alta, nei guai 5 giovani avellinesi. Anche un minorenne
Provinciali, si vota il 31 ottobre
Al mercato con la marijuana, nei guai 35enne
Bruciano sterpaglie poco distante dalle abitazioni, tre denunce ad Aiello e Forino
Affittava case fantasma al mare, scoperto il truffatore
Avellino, attivo lo sportello Donne e Lavoro del progetto Be Help-Is

 

Schianto a Melfi, il furgone prende fuoco. Muore un 31enne irpino

Tre le vittime

L'incidente mortale in Basilicata

(L'incidente mortale in Basilicata)
(Foto: Irpiniareport)

Un impatto violento, i mezzi sono andati completamente distrutti. I soccorritori si sono trovati di fronte una scena apocalittica. Veicoli tra le fiamme, auto spaccate a metà, pezzi di motore e delle carrozzerie sulla carreggiata. Due campani e un lucano sono le vittime dell'incidente stradale - uno scontro frontale tra un furgone e un'automobile - avvenuto stamani sulla statale "Bradanica", nei pressi dell'area industriale di San Nicola di Melfi (Potenza). Nicola Forte, di 37 anni, di Castelvetere in Val Fortore (Benevento) e l'irpino di Casalbore Antonio Paradiso (31), erano a bordo di un furgone che ha preso fuoco dopo essersi scontrato con una "Jaguar". L'automobile era guidata da un imprenditore materano, Luigi Bellucci, di 49 anni, che è la terza vittima dell'incidente.

Condividi