IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Gli effetti dell'emergenza Coronavirus sull'agricoltura, Picariello: "Le filiere vitivinicole, florovivaistiche e lattiero-casearie le più colpite"
Coronavirus, il presidente Biancardi: “Entro venerdì la Provincia consegna i kit in vitro veloce per la diagnosi”
Covid-19, altri 6 contagi in Irpinia. Il bilancio sale a 228
Ruba un'auto, nei guai 28enne
Covid-19, sale il bilancio in Irpinia: 222 le persone contagiate
Sanificazione, Confindustria mette a disposizione strumenti e conoscenze
Coronavirus, 2 morti al Moscati
Emergenza Covid-19, Gambino (Usmia): "Tutelare gli operatori delle forze armate"
Ordine Agronomi, Picariello: "Brusco calo delle temperature, a rischio vigneti e noccioleti in Irpinia"
Coronavirus, altri 12 contagiati. Il bilancio sale a 142

 

Scippa un'anziana e vende la refurtiva ad una gioielleria, arrestato

Rintracciato dalla polizia

Refurtiva recuperata dalla polizia

(Refurtiva recuperata dalla polizia)
(Foto: Questura di Avellino)

Un 32enne di Avellino è stato arrestato dalla polizia per rapina. Nella mattinata di ieri il giovane ha scippato un’anziana, nei pressi di via Greco, strappandole la collana. La donna è caduta a terra. Immediatamente soccorsa dai familiari, è stata trasportata presso l’ospedale Moscati di Avellino. Ha riportato lesioni guaribili in dieci giorni. Sul posto sono intervenuti gli agenti di polizia allertati dai familiari dell’anziana. Subito sono scattati posti di controllo da parte delle Volanti e avviate le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Avellino ascoltando sia la vittima che i testimoni e ricercando un’autovettura Toyota Yaris, utilizzata dal giovane per dileguarsi. Dall’attività investigativa gli agenti sono risaliti ad un giovane, già noto agli operanti in quanto gravato da precedenti per reati connessi all’uso di sostanze stupefacenti. Il 32enne è stato bloccato mentre faceva rientro presso la propria abitazione ed è stato condotto negli Uffici di via Palatucci per gli adempimenti di rito. Le indagini sono proseguite per recuperare la refurtiva rinvenuta presso una gioielleria del centro dove il giovane l’aveva nel frattempo portata ricevendone dal titolare un corrispettivo di 300 euro. Tale somma di denaro è stata utilizzata quale acconto di un debito per complessivi 1500 euro che il malvivente aveva contratto con un pluripregiudicato dal quale aveva acquistato sostanze stupefacenti a Scampia. L’oggetto prezioso debitamente sequestrato è stato riconsegnato all’anziana, mentre il titolare della gioielleria è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino per il reato di ricettazione. Nel corso del controllo presso l’esercizio sono stati altresì sequestrati altri oggetti in oro dei quali non è stata accertata la lecita provenienza e in relazione ai quali non era stata adottata una regolare procedura di presa in consegna . Al termine degli accertamenti di rito il giovane avellinese è stato condotto presso il carcere di Bellizzi Irpino a disposizione dell’A.G. procedente

Condividi