IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Violento temporale in Alta Irpinia provoca una frana, chiusa la strada provinciale 143 a Bagnoli
Cade dal ponteggio in un cantiere, operaio 47enne in prognosi riservata
Il neo sindaco di Cervinara Caterina Lengua positivo al Covid-19
Tentano di disfarsi della droga gettandola nel water, in manette due fidanzati
Covid-19 in Campania, torna l'obbligo della mascherina all'aperto. C'è l'ordinanza di De Luca
Una 48enne di Avellino è risultata positiva al Covid-19. Da luglio ad oggi i casi registrati sono 205
Coronavirus, chiuso il Comune di Cervinara. Avviata la sanificazione
Attraverso una mail rubano password e dati personali e gli svuotano il conto corrente
Coronavirus, registrati 6 contagi in Irpinia. Uno ricoverato in ospedale
Covid-19, altri 12 contagi in Irpinia: 2 ad Avellino

 

Scoperta una bisca clandestina, denunciate 5 persone

Gioco d'azzardo

(Gioco d'azzardo)
(Foto: Irpiniareport)

Nella decorsa notte Agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Lauro, a seguito di segnalazione e immediati approfondimenti info-investigativi, hanno individuato, in Moschiano, una bisca clandestina, interrompendone l’illecita attività in corso e deferendo poi alla Procura della Repubblica di Avellino, per partecipazione al gioco d’azzardo, cinque persone, di età compresa tra i 32 e 62 anni, di cui quattro napoletani ed un quinto di nazionalità canadese. L’operazione, condotta nell’ambito di attività mirata specificamente al contrasto del gioco d’azzardo, è stata originata dall’acquisizione estemporanea di una notizia fiduciaria, confermata, nell’immediatezza, da mirati servizi di discreta osservazione da cui era immediatamente emersa la presenza in strada, di numerose autovetture di grossa cilindrata in sosta nei pressi dello stabile segnalato; inoltre, nonostante le finestre dell’edificio fossero completamente chiuse ed oscurate, il personale operante, eludendo con uno stratagemma la sorveglianza delle “vedette”, era riuscito a vedere nitidamente la presenza in una stanza di 11 persone di cui 5 impegnate sul tavolo da gioco. I poliziotti, pertanto, irrompevano nei locali attraverso un balcone, identificavano le citate persone e sottoponevano a sequestro le somme di danaro presenti sul tavolo, parte costituenti la posta in palio per la mano in corso del gioco della “zecchinetta” e parte nella disponibilità dei giocatori, per un totale di alcune centinaia di euro, nonché il mazzo di carte del tipo “napoletane”.

Condividi