IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Picchia la figlia con un bastone, arrestato padre violento
Rinvenuto cadavere in un appartamento, s'indaga
Schianto tra autobus e compattatore, paura per 10 bambini
Avellino, incidente in via Due Principati: auto sbanda e finisce nella scarpata. Ferita una ragazza
La Sala Consiliare di Palazzo Caracciolo intitolata a Pietro Foglia. Biancardi: “Mercoledì la cerimonia a un anno dalla dipartita”
Risorse idriche, il presidente Picariello (Odaf): "Ottimizzare la gestione per aumentare il contenuto di sostanza organica nei suoli"
Bloccati sull'A16 a bordo di un furgone con attrezzi da scasso e denaro contante
Atripalda, ruba prodotti nel supermercato. Denunciato dipendente
Operai in nero in un cantiere, nei guai un imprenditore edile
Monteforte Irpino, sorpresi a tagliare faggi in area protetta. Denunciati

 

Serino, sequestrata una gabbia da cattura e 5 cardellini. Denunciato un anziano

La gabbia da cattura sequestrata

(La gabbia da cattura sequestrata )
(Foto: Irpiniareport)

I Carabinieri della Stazione Forestale di Serino e del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale, Agroalimentare e Forestale del Gruppo Carabinieri Forestale di Avellino, hanno denunciato un anziano ritenuto responsabile di violazione alla normativa a tutela della fauna selvatica nonché detenzione illegale di avifauna protetta. In particolare i militari, nell’ambito di un controllo afferente la regolarità urbanistica nelle aree agricole del Comune di Serino, all’interno di un giardino di pertinenza dell’abitazione del denunciato, accertavano la presenza di un sistema di cattura per uccelli, costituito da una rete ancorata al suolo, azionabile a distanza tramite una corda. Nel corso del controllo si riscontrava altresì la presenza di cinque cardellini, detenuti in altrettante gabbiette, tutti privi di anelli identificativi, nonché di una gabbia da cattura con chiusura a scatto. Alla luce delle evidenze emerse, per il predetto è scattato il deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino. Gli uccelli, costituenti patrimonio indisponibile dello Stato nonché protetti dalla Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione, sono stati sottoposti a sequestro, non potendosi procedere ad immediata liberazione a causa della lunga detenzione. Sequestrata anche la rete da uccellaggione e la gabbia da cattura.

Condividi