IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Festa della scuola ad Aiello del Sabato, l'iniziativa promossa dal vicesindaco Gaeta
"Verde urbano in condizioni disastrose e inquinamento dell'aria: subito interventi". L'allarme dell'Ordine Agronomi
Bomba da mortaio in un castagneto, paura ad Ospedaletto
Altacauda, Alzacunda, Altavilla Irpina: Storia di Gentes Romane e fonti di acqua termale
Avellino, 65enne rinvenuta cadavere in Cavour: s'indaga
Affitti, 45 milioni per il sostegno alle famiglie
Le graduatorie misure 411 e Psr Campania 2014-2020, Federazione Agronomi: "Finanziare tutte le istanze e snellire le procedure"
Sequestro di persona, arrestato 60enne di Avella
Ai medici e agli infermieri del Moscati pizze in dono dalla Taverna De Gustibus di Cesinali
"Abella, Abellum, Abellinum": Colonie Romane tra antichi culti pagani e noccioleti

 

Serino, truffa ai danni di un'anziana donna

Identicato il finto gioielliere

L'auto dei carabinieri

(L'auto dei carabinieri)
(Foto: Carmine Bellabona)

Un’anziana donna di Serino è stata truffata da un uomo che spacciandosi per un finto gioielliere le ha derubato ben 200 euro consegnandole degli orecchini di nessun valore. Il fatto è stato denunciato ai Carabinieri del posto. Nella denuncia, la donna 80enne ha riferito di essersi dapprima recata all’ufficio postale per prelevare 250 euro in contanti e di essersi poi incamminata lungo quella via Fontanelle in direzione del supermercato dove abitualmente fa la spesa. Proprio lungo quella strada è stata ad un certo punto avvicinata da un uomo sui 40 anni che, nel presentarsi, le ha detto di essere un gioielliere con l’attività commerciale in corso di trasferimento a Serino. L’uomo le ha pure raccontato di conoscere la figlia, alla quale doveva urgentemente consegnare degli orecchini in oro che aveva ordinato e per i quali però il finto gioiellerie doveva ancora essere pagato. Addirittura, il truffatore non solo aveva asserito di conoscere personalmente la figlia della vittima, indicandone in maniera corretta nome e luogo di residenza, ma aveva pure simulato una telefonata con la donna, al fine convincere l’anziana donna a consegnargli il denaro richiesto. A quel punto la 80enne raggirata gli ha consegnato il denaro. Raccolta la denuncia i carabinieri della locale stazione si sono subito messi alla ricerca di eventuali fonti di prova dalle quali poter addivenire all’identificazione dell’autore dell’ignobile gesto. Raccolti gli elementi utili alle indagini, i carabinieri hanno ristretto la cerchia dei sospettati ad alcune persone che, grazie alle foto presenti nella banca dati delle forze di polizia, potevano somigliare alla persona raccontata dall’anziana donna. Al termine delle indagini, durate quindi solo una manciata di ore, i carabinieri di Serino sono riusciti ad isolare l’effige del truffatore, che è stata poi anche confermata dalla vittima, e identificarla in un uomo di 42 anni di origine napoletana e residente a Scampia con precedenti penali per lo stesso reato di truffa. Il 42enne è stato così deferito all’autorità giudiziaria della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino per i reati di truffa e circonvenzione d’incapace.

Condividi