IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
“Le donne risorse chiave per lo sviluppo delle professioni”. L’agronoma irpina Natalia De Vito interviene al XII Convegno del Coordinamento Napoletano Donne nella Scienza
Si spaccia per avvocato e truffa un anziano, s'indaga
Asl Avellino, al via la campagna di inserimento gratuito del microchip a cani e gatti
Avellino, al via il Festival dello Sviluppo Sostenibile 2019. L'evento promosso dagli agronomi irpini
Avellino, ruba l'identità dello zio per incassare il denaro del libretto postale. Arrestato 46enne
Cesinali, successo e partecipazione per la Passeggiata Ecologica organizzata dai bambini della scuola primaria
Incassa i risarcimenti dei propri clienti, nei guai avvocato 45enne
Il ministro Lezzi in Irpinia, ecco le tappe
Bilancio, assemblea dei sindaci a Palazzo Caracciolo
Minacce al comandante Arvonio, la solidarietà del presidente Biancardi

 

Simula il furto dell'auto per intascare i soldi dell'assicurazione, nei guai 35enne di Monteforte Irpino

I carabinieri di Monteforte Irpino

(I carabinieri di Monteforte Irpino)
(Foto: Irpiniareport)

I Carabinieri della Stazione di Monteforte Irpino hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria un 35enne di Napoli, ritenuto responsabile di simulazione di reato e tentata truffa all’assicurazione. Il predetto, nell’ottobre del 2018, denunciava il furto della sua autovettura parcheggiata nei pressi di un ristorante di Monteforte Irpino I Carabinieri avviavano tempestivamente le indagini: tuttavia, passando al setaccio i dati informativi con quelli emergenti dai controlli del territorio e le immagini riprese dagli impianti di videosorveglianza, affioravano alcuni elementi sufficienti ad instillare il germe del dubbio circa la veridicità di quanto denunciato. L’indagine si dirigeva pertanto su due piste parallele: una sempre tendente alla ricerca del veicolo rubato e dei responsabili del furto, mentre l’altra orientata ad accertare la fondatezza dei fatti denunciati. L’attività svolta dai militari ha consentito di appurare che l’evento non si era mai verificato e il denunciante aveva reso quelle false dichiarazioni solo per ottenerne il risarcimento, visto che l’autovettura era coperta da assicurazione contro tale evento. Alla luce delle evidenze emerse, a carico del 35enne è dunque scattato il deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino

Condividi