IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Sequestrati due quintali di salumi, mozzarella e pasta fresca
Schianto nella notte sull'Ofantina, cinque feriti
Munizioni della Seconda Guerra Mondiale ritrovate in un fabbricato, s'indaga
Investe una donna e fugge. Rintracciato e denunciato il pirata della strada
Esaudito il desiderio della piccola Giovanna: video chiamata con i "Me contro Te"
Precipita dall'ultimo piano, muore studentessa. Tragedia al campus di Fisciano
Open Day delle malattie della pelle, al Moscati visite dermatologiche gratuite
Incidente nella galleria di Solofra, ferita una 60enne di Aiello
Giovane professore si toglie la vita lanciandosi giù dal ponte
Scuola Premio Digitale, il Convitto nazionale "Colletta" polo provinciale per l'innovazione tecnologica

 

Solofra, sequestrata un'intera conceria

Dopo un'ispezione, i carabinieri hanno accertato gravi violazioni alle leggi ambientali

Carabinieri

(Carabinieri)
(Foto: Carmine Bellabona)

I Carabinieri della Stazione di Solofra hanno posto sotto sequestro un intero impianto conciario per violazioni alle leggi ambientali. Dopo un'ispezione da parte dei militari, l'azienda che si occupa di rifilatura pelli per conto terzi è risultata inadempiente a molte delle basilari normative di carattere ambientale. I carabinieri dell’Arma solofrana hanno, pertanto, constatato che la struttura conciaria era priva dell’autorizzazione all’emissione dei fumi in atmosfera, del certificato di prevenzione incendi e dell’autorizzazione per lo scarico delle acque reflue industriali nella pubblica fognatura. Al termine delle operazioni ispettive, i militari operanti hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino, perché a vario titolo responsabile delle violazioni alle leggi ambientali, l’amministratore unico della società, un 38enne del posto, sottoponendo al contempo a sequestro preventivo l’intero impianto conciario.

Condividi