IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Santo Stefano del Sole, arrestato stalker 43enne
Schianto tra due tir, muore camionista di Forino
Torrette di Mercogliano, auto si ribalta. Un ferito
Pestaggio di due fratelli per un debito, arrestati gli autori
Tenta di lanciarsi da un ponte, salvata in extremis
In auto con pistola e munizioni illegali, arrestato
Raid in un tabacchi, rubati "gratta e vinci" e sigarette
A fuoco un capanno pieno di nocciole
Mercogliano, accoltella il marito durante una lite
Sorpresi con droga e siringhe in auto, nei guai 5 giovani

 

Sorpreso a cedere eroina ad un giovane, in manette 35enne

L'arresto dei carabinieri

(L'arresto dei carabinieri)
(Foto: Irpiniareport)

Prosegue l’opera di prevenzione e repressione in ordine al contrasto di attività illecite legate al fenomeno dell’uso e spaccio di sostanze stupefacenti disposta dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino. In tale contesto, un’altra importante attività è stata condotta a Grottaminarda (AV) dai militari della Compagnia di Ariano Irpino che hanno tratto in arresto un 35enne del posto, ritenuto responsabile di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nello specifico, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa, nell’ambito di una corposa attività preventiva nella lotta a quella deplorevole piaga rappresentata dal traffico di stupefacenti, procedevano al controllo di quell’uomo, sorpreso in orario pomeridiano mentre, all’esterno della sua abitazione, cedeva un tubetto di eroina ad un giovane di Flumeri (AV). Tale azione, sebbene furtiva, non sfuggiva all’occhio dei militari in borghese, appostati poco distante. Ritenuto giunto il momento di intervenire, i Carabinieri si avvicinavano ai due soggetti e all’esito di perquisizioni recuperavano e sottoponevano a sequestro sia la sostanza stupefacente appena ceduta che la somma di 160 euro, probabile provento dell’illecita attività di spaccio. Alla luce delle evidenze emerse dalla flagranza di reato, il 35enne veniva tratto in arresto e, su disposizioni della Procura della Repubblica di Benevento, sottoposto ai domiciliari. Per l’acquirente scattava invece la segnalazione alla Prefettura di Avellino ai sensi dell’art. 75 del D.P.R. 309/90, quale assuntore.

Condividi