IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Incidente nella galleria di Solofra, ferita una 60enne di Aiello
Giovane professore si toglie la vita lanciandosi giù dal ponte
Scuola Premio Digitale, il Convitto nazionale "Colletta" polo provinciale per l'innovazione tecnologica
"Più strisce pedonali ad Avellino per garantire maggiore sicurezza ai cittadini"
Pietrastornina, il prefetto Matteo Piantedosi intervista Marino Bartoletti autore dell'almanacco del Festival di Sanremo
Esplosione al bancomat, ladri in fuga con il bottino
Muore investito da un'auto. Tragedia sulla SS Appia
Tragedia a Serino, muore 18enne durante la festa di compleanno
Furti nelle abitazioni e nei locali. I ladri banchettano nella cucina di un agriturismo
Auto prende fuoco mentre sale verso il Santuario di Montevergine, salva una famiglia

 

Sorpreso con un frustino,denunciato 50enne

Intervento dei carabinieri della Compagnia di Baiano

(Intervento dei carabinieri della Compagnia di Baiano)
(Foto: Carabinieri della Compagnia di Baiano)

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Baiano, nell’ambito dei servizi predisposti dal Comando Provinciale di Avellino finalizzati a garantire sicurezza e rispetto della legalità, hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria un 50enne dell’hinterland nolano, ritenuto responsabile del reato di Porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere. Nello specifico, durante un servizio di perlustrazione, i militari hanno proceduto al controllo del soggetto, già noto alle Forze dell’Ordine, fermato alla guida di un’autovettura nei pressi del casello autostradale di Baiano. L’atteggiamento inspiegabilmente agitato assunto dallo stesso, ha indotto gli operanti ad approfondire il controllo: all’esito dell’immediata perquisizione è stato rinvenuto nel bagagliaio dell’auto uno scudiscio, della lunghezza di 110 centimetri (realizzato mediante l’essicazione, intreccio e allungamento di nervo di bue) con impugnatura ingrossata e laccio di sostegno. Il 50enne, che non ha fornito una valida giustificazione in merito a quanto rinvenuto, è stato accompagnato in Caserma e, al termine delle attività di rito, deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino per il reato di cui all’art. 4 della legge 18 aprile 1975, n. 110. Il grosso frustino è stato sottoposto a sequestro.

Condividi