IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Premio Montanelli alla giornalista Virginia Della Sala
Leather Trend, da Solofra la sfida della moda di qualità
Lavoratori in nero e irregolarità sulla sicurezza, sospesa l'attività a due imprese edili. Sanzione di 15mila euro
Avellino, droga in casa e piante di marijuana nel giardino. In manette 40enne
Regolamento di tutela sostenibile del patrimonio forestale regionale, Picariello (Odaf): "Ha sempre contribuito al dibattito per l’aggiornamento della legge n. 11/96
Scacco al clan Partenio, 23 arresti all'alba
Iannaccone-Di Iasi sfrecciano e vincono in Molise
Sequestro di alimenti in un ristorante di Calitri, sanzione per 1500 euro
Tentato furto allo sportello bancomat, ladri in fuga
Realizzano costruzioni in prossimità del fiume Sabato, denunciate 7 persone

 

Sorpreso con un frustino,denunciato 50enne

Intervento dei carabinieri della Compagnia di Baiano

(Intervento dei carabinieri della Compagnia di Baiano)
(Foto: Carabinieri della Compagnia di Baiano)

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Baiano, nell’ambito dei servizi predisposti dal Comando Provinciale di Avellino finalizzati a garantire sicurezza e rispetto della legalità, hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria un 50enne dell’hinterland nolano, ritenuto responsabile del reato di Porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere. Nello specifico, durante un servizio di perlustrazione, i militari hanno proceduto al controllo del soggetto, già noto alle Forze dell’Ordine, fermato alla guida di un’autovettura nei pressi del casello autostradale di Baiano. L’atteggiamento inspiegabilmente agitato assunto dallo stesso, ha indotto gli operanti ad approfondire il controllo: all’esito dell’immediata perquisizione è stato rinvenuto nel bagagliaio dell’auto uno scudiscio, della lunghezza di 110 centimetri (realizzato mediante l’essicazione, intreccio e allungamento di nervo di bue) con impugnatura ingrossata e laccio di sostegno. Il 50enne, che non ha fornito una valida giustificazione in merito a quanto rinvenuto, è stato accompagnato in Caserma e, al termine delle attività di rito, deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino per il reato di cui all’art. 4 della legge 18 aprile 1975, n. 110. Il grosso frustino è stato sottoposto a sequestro.

Condividi