IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Festa della scuola ad Aiello del Sabato, l'iniziativa promossa dal vicesindaco Gaeta
"Verde urbano in condizioni disastrose e inquinamento dell'aria: subito interventi". L'allarme dell'Ordine Agronomi
Bomba da mortaio in un castagneto, paura ad Ospedaletto
Altacauda, Alzacunda, Altavilla Irpina: Storia di Gentes Romane e fonti di acqua termale
Avellino, 65enne rinvenuta cadavere in Cavour: s'indaga
Affitti, 45 milioni per il sostegno alle famiglie
Le graduatorie misure 411 e Psr Campania 2014-2020, Federazione Agronomi: "Finanziare tutte le istanze e snellire le procedure"
Sequestro di persona, arrestato 60enne di Avella
Ai medici e agli infermieri del Moscati pizze in dono dalla Taverna De Gustibus di Cesinali
"Abella, Abellum, Abellinum": Colonie Romane tra antichi culti pagani e noccioleti

 

Spacciava nella sua casa di piazza Kennedy, in manette 39enne

Brillante operazione dei carabinieri di Avellino

Droga

(Droga)
(Foto: Irpiniareport)

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Avellino hanno tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti F.M., 39enne di Avellino, disoccupato, tossicodipendente e già gravato da precedenti penali e di polizia, giacché sorpreso in possesso di ben 21 flaconcini di plastica, contenenti sostanze stupefacenti per complessivi 11,2 grammi di eroina e 9,5 grammi di cocaina. Il servizio dei militari dell’Arma avellinese è partito grazie alla notizia, assunta in città grazie a delle fonti confidenziali, che il soggetto stesse mettendo in atto una vera e propria attività di spaccio in pieno centro ad Avellino, cioè in piazza Kennedy. È stato così che, grazie ai servizi mirati di osservazione e controllo dei movimenti che avvenivano nella centralissima piazza avellinese e nei pressi dell’abitazione dell’uomo, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Avellino, agli ordini del Ten. De Alescandris, hanno fatto scattare una perquisizione personale e domiciliare ai danni dell’uomo e dell’intera sua abitazione, all’interno della quale sono stati appunto rinvenuti i quantitativi di droga. Dall’analisi dello stupefacente effettuato presso il Laboratorio Analisi Scientifiche del Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Salerno, è risultato che da quegli ovuli potevano essere ricavate almeno 30 dosi di eroina e oltre 20 di cocaina. Terminata la perquisizione nell’abitazione, l’uomo è stato formalmente tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ma sul suo conto vi sono anche tutti gli indizi per sostenere le accuse di spaccio. Lo stesso, al termine delle formalità connesse con il suo arresto e con l’analisi della sostanza stupefacente, è stato dapprima rinchiuso nelle camere di sicurezza del Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino, ma poi, visto il suo stato di tossicodipendenza e la necessità di assumere metadone, quindi di una opportuna assistenza medica, lo stesso è stato associato presso il carcere di Avellino Bellizzi Irpino. L’uomo, comunque, è ora a disposizione dell’autorità giudiziaria avellinese per il giudizio con rito per direttissima che dovrà celebrarsi nei prossimi giorni.

Condividi