IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Allerta meteo in Campania, pioggia e vento anche in Irpinia
Danni al comparto agricolo per la grandinata, Ordine Agronomi Avellino: "Proclamare lo stato di calamità naturale e disporre aiuti alle imprese"
Ofantina, al via i lavori in località Montechiuppo a Manocalzati. Code nelle ore di punta
Grandine in Irpinia distrugge frutteti e vigneti, danni ingenti
Gestione illecita di prodotti alimentari, denuncia e sanzione per un'azienda agricola
Sbanda e finisce nella scarpata, ferita 35enne
Ancora fiamme sull'A16, s'incendia un'auto nel tratto di Monteforte. Paura per una famiglia
Maltrattamenti, minacce e percosse in famiglia: arrestato 47enne
40enne muore nei campi schiacciato dal trattore
Famiglia intrappolata nell'auto in fiamme, paura a Volturara Irpina

 

Spacciava nella sua casa di piazza Kennedy, in manette 39enne

Brillante operazione dei carabinieri di Avellino

Droga

(Droga)
(Foto: Irpiniareport)

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Avellino hanno tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti F.M., 39enne di Avellino, disoccupato, tossicodipendente e già gravato da precedenti penali e di polizia, giacché sorpreso in possesso di ben 21 flaconcini di plastica, contenenti sostanze stupefacenti per complessivi 11,2 grammi di eroina e 9,5 grammi di cocaina. Il servizio dei militari dell’Arma avellinese è partito grazie alla notizia, assunta in città grazie a delle fonti confidenziali, che il soggetto stesse mettendo in atto una vera e propria attività di spaccio in pieno centro ad Avellino, cioè in piazza Kennedy. È stato così che, grazie ai servizi mirati di osservazione e controllo dei movimenti che avvenivano nella centralissima piazza avellinese e nei pressi dell’abitazione dell’uomo, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Avellino, agli ordini del Ten. De Alescandris, hanno fatto scattare una perquisizione personale e domiciliare ai danni dell’uomo e dell’intera sua abitazione, all’interno della quale sono stati appunto rinvenuti i quantitativi di droga. Dall’analisi dello stupefacente effettuato presso il Laboratorio Analisi Scientifiche del Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Salerno, è risultato che da quegli ovuli potevano essere ricavate almeno 30 dosi di eroina e oltre 20 di cocaina. Terminata la perquisizione nell’abitazione, l’uomo è stato formalmente tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ma sul suo conto vi sono anche tutti gli indizi per sostenere le accuse di spaccio. Lo stesso, al termine delle formalità connesse con il suo arresto e con l’analisi della sostanza stupefacente, è stato dapprima rinchiuso nelle camere di sicurezza del Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino, ma poi, visto il suo stato di tossicodipendenza e la necessità di assumere metadone, quindi di una opportuna assistenza medica, lo stesso è stato associato presso il carcere di Avellino Bellizzi Irpino. L’uomo, comunque, è ora a disposizione dell’autorità giudiziaria avellinese per il giudizio con rito per direttissima che dovrà celebrarsi nei prossimi giorni.

Condividi