IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Torneo nazionale di scacchi on line, trionfano gli studenti del "Perna Alighieri"
In giro con droga durante il coprifuoco, nei guai un 20enne e un minorenne
Avellino, sfiorata tragedia a Rione Mazzini: cade albero su due auto
Approvato il nuovo decreto legge Covid: stop agli spostamenti tra Regioni. A Natale e Santo Stefano non si potrà uscire dal proprio Comune
“Avellino oltre lo sport”, il video degli irpini realizzato per la Giornata Internazione dei diritti delle persone con disabilità
Covid-19, i decessi in Irpinia salgono a 99. Oggi 69 casi positivi
Assoservizi - Scadenza saldo IMU 2020  clicca qui:
Pascolo senza autorizzazione sanitaria, due denunce. Multa da 3.500 euro
Prende a morsi un carabiniere, nei guai 30enne di Mercogliano
Verde pubblico, Picariello (Ordine Agronomi): "Un adeguato piano per tutelare la salute e maggiore protezione contro le calamità "

 

Spara con il fucile a poca distanza dalle case, nei guai anziano

L'auto dei carabinieri

(L'auto dei carabinieri)
(Foto: Carabinieri)

I Carabinieri della Stazione di Castel Baronia hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria un anziano di San Sossio Baronia ritenuto responsabile dei reati di “Porto abusivo di armi”, “Esplosioni pericolose”, “Detenzione illegale di arma da fuoco e munizionamento”. L’uomo, forse perché non troppo in forma per andare a caccia, aveva esploso dei colpi di fucile a poca distanza dalla sua abitazione. Uditi gli spari, sul posto è intervenuta la pattuglia della Stazione di Castel Baronia, già in quell’area nell’ambito dei servizi di controllo del territorio predisposti dal Comando Provinciale di Avellino tesi a garantire sicurezza e rispetto della legalità. Alla specifica richiesta dei militari operanti l’anziano ha consegnato il fucile calibro 16 e varie cartucce, tutto legalmente detenuto, esternando la sua passione per la caccia. Passione che gli ha causato il deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Benevento. Sia il fucile che le munizioni sono stati ritirati e sottoposti a sequestro.

Condividi