IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Incidente nella galleria di Solofra, ferita una 60enne di Aiello
Giovane professore si toglie la vita lanciandosi giù dal ponte
Scuola Premio Digitale, il Convitto nazionale "Colletta" polo provinciale per l'innovazione tecnologica
"Più strisce pedonali ad Avellino per garantire maggiore sicurezza ai cittadini"
Pietrastornina, il prefetto Matteo Piantedosi intervista Marino Bartoletti autore dell'almanacco del Festival di Sanremo
Esplosione al bancomat, ladri in fuga con il bottino
Muore investito da un'auto. Tragedia sulla SS Appia
Tragedia a Serino, muore 18enne durante la festa di compleanno
Furti nelle abitazioni e nei locali. I ladri banchettano nella cucina di un agriturismo
Auto prende fuoco mentre sale verso il Santuario di Montevergine, salva una famiglia

 

Tangenti per pilotare le sentenze, 14 arresti. Coinvolti due irpini

toghe

(toghe)
(Foto: Irpiniareport)

Sono coinvolti due irpini nel terremoto giudiziario che ha travolto la Commissione tributaria ed ha portato all'arresto di 14 persone. Si tratta di due consulenti, uno di Ariano e l'altro originario di Baiano. Nell'inchiesta condotta dalla Guardia di Finanza di Salerno e coordinata dalla Procura della repubblica di Salerno sono finiti in manette due giudici, due dipendenti della segreteria tributaria oltre a imprenditori e consulenti. Concorso formale in corruzione di atti giudiziari, questa l'accusa per tutti. Le fiamme gialle hanno scoperto che gli iter procedimentali venivano piltati per favorire gli imprenditori che pagavano la tangenti. Le somme variavano da 5mila a 30mila euro. Le consegne del denaro avvenivano in ascensore o in altri luoghi sicuri. 

Condividi