IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Monteforte, cadono da un ponteggio di 4 metri. Gravi due operai
Non comunica i nominativi di due pregiudicati che alloggiano nel B&B, nei guai il titolare
Un'esplosione di colori per donare un sorriso: si alza il sipario su "Booom Ferrari Color Fest"
Avellino, litiga con la fidanzata e si taglia le vene
Raid punitivo al carcere, aggrediti due agenti
Fake news, bufale e leggende metropolitane: al via la campagna di sensibilizzazione rivolta ai maturandi
Sequestro di hashish e marijuana, nei guai 50enne
Evade dai domiciliari per passeggiare in paese, arrestato 28enne
1515 posti nella Polizia di Stato, al via il concorso. C'è tempo fino al 4 luglio
Sbanda e si ribalta, 55enne di Cesinali incastrata nell'abitacolo dell'auto

 

Tangenti per pilotare le sentenze, 14 arresti. Coinvolti due irpini

toghe

(toghe)
(Foto: Irpiniareport)

Sono coinvolti due irpini nel terremoto giudiziario che ha travolto la Commissione tributaria ed ha portato all'arresto di 14 persone. Si tratta di due consulenti, uno di Ariano e l'altro originario di Baiano. Nell'inchiesta condotta dalla Guardia di Finanza di Salerno e coordinata dalla Procura della repubblica di Salerno sono finiti in manette due giudici, due dipendenti della segreteria tributaria oltre a imprenditori e consulenti. Concorso formale in corruzione di atti giudiziari, questa l'accusa per tutti. Le fiamme gialle hanno scoperto che gli iter procedimentali venivano piltati per favorire gli imprenditori che pagavano la tangenti. Le somme variavano da 5mila a 30mila euro. Le consegne del denaro avvenivano in ascensore o in altri luoghi sicuri. 

Condividi