IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Festa della scuola ad Aiello del Sabato, l'iniziativa promossa dal vicesindaco Gaeta
"Verde urbano in condizioni disastrose e inquinamento dell'aria: subito interventi". L'allarme dell'Ordine Agronomi
Bomba da mortaio in un castagneto, paura ad Ospedaletto
Altacauda, Alzacunda, Altavilla Irpina: Storia di Gentes Romane e fonti di acqua termale
Avellino, 65enne rinvenuta cadavere in Cavour: s'indaga
Affitti, 45 milioni per il sostegno alle famiglie
Le graduatorie misure 411 e Psr Campania 2014-2020, Federazione Agronomi: "Finanziare tutte le istanze e snellire le procedure"
Sequestro di persona, arrestato 60enne di Avella
Ai medici e agli infermieri del Moscati pizze in dono dalla Taverna De Gustibus di Cesinali
"Abella, Abellum, Abellinum": Colonie Romane tra antichi culti pagani e noccioleti

 

Tenta di incassare un assegno falsificato di 45mila euro, arrestato 33enne di Avellino

L'arresto della polizia

(L'arresto della polizia)
(Foto: Irpiniareport)

Ha tentato di incassare un assegno circolare falsificato in un istituto bancario di Ariano Irpino. A finire in manette un 33enne di Avellino che è stato arrestato dagli agenti del Commissariato del Tricolle Denunciata anche la complice, una 52enne, originaria del Casertano, ma residente ad Andretta. Entrambi devono rispondere dei reati di truffa e ricettazione. Le manette sono scattate a seguito della segnalazione del direttore della filiale, insospettito dell'operazione richiesta dal 33enne che aveva posto all’incasso un assegno circolare di 45mila euro dopo che la complice, alcuni giorni prima, aveva aperto un conto corrente. Su quel conto il 33enne voleva versare la somma di denaro. Dagli accertamenti interni alla banca, quel titolo di credito è risultato falsificato e, peraltro, già incassato alcuni giorni prima presso un altro istituto di credito. Quando la coppia è tornata in banca per riscuotere i soldi ha trovato i poliziotti. Il 33enne è stato tratto in arresto e successivamente condotto presso la casa circondariale di Ariano Irpino, mentre la donna è stata denunciata in stato di libertà presso la Procura della Repubblica.

Condividi