IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Incidente sulla Variante, feriti e caos traffico
Assalto in banca, ladri in fuga
Tenta di soccorrere la moglie ferita e muore colto da malore, dramma a Santa Lucia di Serino
Lieve scossa di terremoto in Irpinia
Si spara un colpo di fucile al volto. Un altro suicidio a Fontanarosa
Sequestrate oltre 300 tonnellate di cereali in Irpinia
Europei Taekwondo, Pietro Pilunni porta sul podio l'Italia a Marina D'Or (Spagna)
Incidente tra due auto nei pressi del Movieplex, feriti mamma e bimbi
Schianto tra auto e moto, ferito giovane centauro
Premio Montanelli alla giornalista Virginia Della Sala

 

Tentano di cambiare banconote false, beccati due minorenni

Scoperti dai carabinieri di Solofra

L'auto dei carabinieri

(L'auto dei carabinieri)
(Foto: Irpiniareport)

I carabinieri della Stazione di Solofra, impegnati nel normale servizio di pattugliamento della cittadina della concia, sono dovuti intervenire lungo una delle vie principali del centro cittadino, in viale Principe Amedeo, dopo aver ricevuto la segnalazione di un commerciante indicando che due ragazzi avevano cercato di far cambiare una banconota di grossa taglia, apparentemente contraffatta. Recatisi sul posto, i carabinieri hanno subito trovato e fermato i due giovani oggetto della segnalazione, identificandoli in due minorenni del posto, entrambi studenti. Grazie anche alla perquisizione personale condotta sugli stessi, i carabinieri hanno immediatamente potuto accertare che uno dei due giovani aveva, occultato negli indumenti intimi, una banconota da 100 euro, palesemente contraffatta, che per loro stessa ammissione avevano poco prima cercato di scambiare in un negozio del centro, tentativo che di certo avrebbero da là a poco ripetuto in un altro negozio. Alla fine dei controlli, la banconota è stata sottoposta a sequestro e trasmessa alla Banca d’Italia per i controlli circa la provenienza e le indagini sulla probabile collocazione del centro di falsificazione, mentre i due ragazzi sono stati denunciati a piede libero all’autorità giudiziaria minorile della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Napoli

Condividi