IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Cesinali, investito mentre entra in farmacia. Ferito 30enne
“Le donne risorse chiave per lo sviluppo delle professioni”. L’agronoma irpina Natalia De Vito interviene al XII Convegno del Coordinamento Napoletano Donne nella Scienza
Si spaccia per avvocato e truffa un anziano, s'indaga
Asl Avellino, al via la campagna di inserimento gratuito del microchip a cani e gatti
Avellino, al via il Festival dello Sviluppo Sostenibile 2019. L'evento promosso dagli agronomi irpini
Avellino, ruba l'identità dello zio per incassare il denaro del libretto postale. Arrestato 46enne
Cesinali, successo e partecipazione per la Passeggiata Ecologica organizzata dai bambini della scuola primaria
Incassa i risarcimenti dei propri clienti, nei guai avvocato 45enne
Il ministro Lezzi in Irpinia, ecco le tappe
Bilancio, assemblea dei sindaci a Palazzo Caracciolo

 

Tentano truffa, anziana li fa scoprire

I Carabinieri di Solofra

(I Carabinieri di Solofra)
(Foto: Irpiniareport)

Credevano di potersi recare nella tranquilla provincia irpina per mettere a segno una truffa e garantirsi così in modo impunito un illecito profitto, ma non è andata come speravano. L’attività del Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino, finalizzata alla prevenzione e repressione dell’odioso fenomeno delle truffe, continua in maniera incessante. A finire nella rete dei Carabinieri un 35enne ed un 48enne, ritenuti responsabili di tentata truffa ai danni di un’anziana signora che, resesi conto del raggiro, non ha esitato a chiamare i Carabinieri. Si tratta di una truffa tentata ad una 88enne di Solofra: i due malviventi contattano telefonicamente la vittima accuratamente prescelta e dopo qualche ora si presentano a casa sua con la scusa di dover consegnare, a fronte del pagamento di 1.900 euro, un pacco contenente del materiale informatico ordinato dal nipote residente fuori città. La donna, venuta a conoscenza di analoghi episodi di truffe verificatesi recentemente e ricordando i consigli dell’Arma in merito a tale tipologia di reato divulgati sia grazie agli organi d’informazione sia con apposite locandine affisse in paese, richiedeva subito l’intervento dei Carabinieri. L’immediata attività investigativa posta in essere permetteva ai militari della Stazione di Solofra di bloccare e acquisire elementi di reità nei confronti dei due soggetti, entrambi della provincia di Lecce. Scattava dunque a loro carico la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

Condividi