IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
La Sala Consiliare di Palazzo Caracciolo intitolata a Pietro Foglia. Biancardi: “Mercoledì la cerimonia a un anno dalla dipartita”
Risorse idriche, il presidente Picariello (Odaf): "Ottimizzare la gestione per aumentare il contenuto di sostanza organica nei suoli"
Bloccati sull'A16 a bordo di un furgone con attrezzi da scasso e denaro contante
Atripalda, ruba prodotti nel supermercato. Denunciato dipendente
Operai in nero in un cantiere, nei guai un imprenditore edile
Monteforte Irpino, sorpresi a tagliare faggi in area protetta. Denunciati
Gas Radon, prorogata la scadenza per i controlli. Mocella (Confartigianato): "Sgravi per le attività obbligate alle verifiche"
Mercogliano, riattivato lo sportello antiracket
Spostamento terminal bus, riunione in Provincia
Ospedale “Moscati”, fascia oraria allargata per le visite in terapia intensiva

 

Torna l'allarme racket in città

Incendiato il quadro elettrico del distributore Q8 di Contrada Amoretta

La Questura di Avellino

(La Questura di Avellino)
(Foto: Carmine Bellabona)

Torna l'allarme racket in città. L'incendio del distributore Q8 di Contrada Amoretta, nei pressi dello stadio, di ieri notte, fa supporre con molta probabilità che si tratti di un tentativo di estorsione. Proseguono le indagini degli inquirenti. Vendetta personale o atto vandalico, sono le piste più accreditate. Il rogo ha interessato il quadro elettrico dell'autolavaggio in fase di realizzazione. Dai primi accertamenti è sorta subito l'ipotesi dell'incendio doloso in quanto le fiamme sono state appiccate con del liquido infiammabile. L'intervento tempestivo dei vigili del fuoco, allertati da alcuni passanti, ha scongiurato il pericolo di propagazione del rogo. Sul luogo sono giunti anche una volante del 113, coordinata dal Dottor Pasquale Picone della Questura di Avellino e la scientifica, per effettuare i rilievi del caso e comprendere le motivazioni che si celano dietro l'attentato incendiario.

Condividi