IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Violenta rissa tra giovani, 8 denunce. Chiuso un bar
Fiamme a un bar nella notte, s'indaga. Si segue la pista dolosa
Nascondeva la droga negli slip per poi spacciarla, nei guai 20enne
Fanno esplodere lo sportello bancomat e danno fuoco all'auto
Va in ospedale per partorire e scopre di avere il Coronavirus
Padre e figlia azzannati da un pitbull, ricoverati in ospedale
Rapina al portavalori della Cosmopol a Valle, i dettagli di quanto accaduto
Scosse di terremoto tra Rocca San Felice e Sant'Angelo dei Lombardi
Perde il controllo dell'auto e si schianta, ferita 56enne
"Pater Familias", quando un ristorante è narrazione della storia

 

Torna l'allarme racket in città

Incendiato il quadro elettrico del distributore Q8 di Contrada Amoretta

La Questura di Avellino

(La Questura di Avellino)
(Foto: Carmine Bellabona)

Torna l'allarme racket in città. L'incendio del distributore Q8 di Contrada Amoretta, nei pressi dello stadio, di ieri notte, fa supporre con molta probabilità che si tratti di un tentativo di estorsione. Proseguono le indagini degli inquirenti. Vendetta personale o atto vandalico, sono le piste più accreditate. Il rogo ha interessato il quadro elettrico dell'autolavaggio in fase di realizzazione. Dai primi accertamenti è sorta subito l'ipotesi dell'incendio doloso in quanto le fiamme sono state appiccate con del liquido infiammabile. L'intervento tempestivo dei vigili del fuoco, allertati da alcuni passanti, ha scongiurato il pericolo di propagazione del rogo. Sul luogo sono giunti anche una volante del 113, coordinata dal Dottor Pasquale Picone della Questura di Avellino e la scientifica, per effettuare i rilievi del caso e comprendere le motivazioni che si celano dietro l'attentato incendiario.

Condividi