IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Sospensione del servizio idrico in Irpinia, ecco dove
Cesinali, c'è il Servizio Civico: ecco il lavoro di pubblica utilità
Odaf Avellino, il vicepresidente Antonio Capone nominato Miglior Agronomo d'Italia 2020
Perde il controllo e si schianta contro il muro, paura per due anziani sull'A16
Auto sbanda e si ribalta, ferita una ragazza
Ragazzina beve alcolici e finisce in ospedale, denunciato il titolare del bar
Serino, sequestrati 800 grammi di droga occultata in casa. Un arresto e due denunce
Allerta meteo in Campania, pioggia e vento anche in Irpinia
Danni al comparto agricolo per la grandinata, Ordine Agronomi Avellino: "Proclamare lo stato di calamità naturale e disporre aiuti alle imprese"
Ofantina, al via i lavori in località Montechiuppo a Manocalzati. Code nelle ore di punta

 

Trafficante di droga condannato a 24 anni di carcere

Si tratta di un 74enne arrestato dalla polizia

La Questura di Avellino

(La Questura di Avellino)
(Foto: Carmine Bellabona)

Personale della Squadra Mobile della Questura ha tratto in arresto, in esecuzione di ordine per la carcerazione della Procura Generale della Repubblica c/o la Corte di Appello di Napoli – Ufficio Esecuzioni Penali – un pluripregiudicato di anni 74, irpino, dovendo espiare la pena detentiva di anni 24 e mesi 4 di reclusione, in ordine ai reati inerenti al traffico internazionale di stupefacenti reati commessi tra la Campania, la Lombardia, la Liguria e la Spagna. In particolare l’excursus criminale del malvivente avviato con delitti reiterati in materia di violazione della legge sugli stupefacenti art. 73 e 74 DPR 309/90, evidenzia la costante crescita delinquenziale espressa soprattutto nel ramo del traffico degli stupefacenti; condizione questa che gli ha consentito, nel corso del tempo, di connotarsi quale punto di riferimento del mercato degli stupefacenti nella provincia di Avellino nella fase dell’importazione di sostanze stupefacenti. Si evidenzia che lo stesso pervenne all’attenzione delle Autorità Internazionali USA sin dall’anno 1972 sempre per violazione in materia di stupefacenti. Nel 2002 fu arrestato in Spagna in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare del GIP presso il Tribunale di Napoli e poi estradato in Italia sempre per violazione della legge sugli stupefacenti; Nel 2006 nuovamente arrestato in esecuzione della ordinanza di c.c.c. del GIP presso il Tribunale di Napoli sempre per delitti inerenti gli stupefacenti. Lo stesso aveva collegamenti con esponenti del “clan GENOVESE” . Infine nell’anno 2007 venne eseguita altra o.c.c.c. emessa dal Tribunale di Napoli in quanto ritenuto responsabile di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti. Nel 2008 il Tribunale di Avellino – Sezione Misure di Prevenzione – applicava la misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di P.S. per la durata di anni tre con obbligo di soggiorno nel comune di residenza ritenendo il pregiudicato persona socialmente pericolosa.

Condividi