IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Stop al diabete: tre giornate di screening gratuiti a San Michele, Santa Lucia e Serino
Medico muore durante il turno di notte, s'indaga
Sequestro di caciocavalli in un caseificio, nei guai la titolare
Alla ricerca di funghi senza autorizzazione, multe salate per due uomini
Capannone agricolo adibito a officina meccanica, denunciati i titolari
Irpinia Sistema Turistico fa tappa a Sant'Angelo dei Lombardi. Focus sul gas radon
Agronomi e funzionari dell’Arpac a confronto sulle attività agroalimentari
Avellino, forzano un posto di blocco e nella fuga tentano di investire un agente. Nei guai 2 ragazzi
Incidente sul lavoro, operaio cade da una scala di tre metri
Ad Avellino fa tappa Chocolate Days, la festa del cioccolato tradizionale

 

Tre scippi in poche ore: la polizia blocca due giovani

Le vittime sono persone anziane. Dopo l'allarme gli agenti hanno fermato gli autori

Sempre gli uomini della Questura hanno denunciato un 56enne con l'accusa di ricettazione

Posto di blocco della polizia

(Posto di blocco della polizia)
(Foto: Carmine Bellabona)

Un giovane di 25 anni ed altro complice di anni 18, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria perché resisi autori di scippo. L’episodio ha avuto luogo nella mattinata di ieri allorquando i due ragazzi, a bordo di una FIAT 500, nell’arco di poche ore, avevano messo a segno tre scippi in danno di anziane signore. La tecnica era molto semplice: mentre uno scendeva dall’auto l’altro attendeva poco più avanti che il complice effettuasse lo scippo per poi salire a bordo e darsi a rapida fuga. Gli elementi acquisiti dagli agenti, intervenuti sul luogo, hanno però consentito di identificare gli autori che nella tarda serata venivano rintracciati e denunciati in stato di libertà.

RICETTAZIONE
Un uomo di 56 anni, irpino, è stato denunciato in stato di libertà dagli Agenti della Divisione di Polizia Anticrimine perché responsabile di ricettazione. Il 56enne era venuto in possesso di un assegno per un importo di 2000 euro intestato però ad altra persona. Nella circostanza aveva tentato di incassarlo recandosi presso un istituto di credito, senza però riuscirci, tenuto conto che gli impiegati, in virtù delle evidenti anomalie, avevano immediatamente avvertito gli agenti della Questura. Dopo brevi indagini il 56 enne veniva pertanto rintracciato e deferito all’Autorità Giudiziaria.

Condividi