IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Allarme Confartigianato Avellino: “Il 35,67% dei dipendenti delle aziende artigiane e Pmi a rischio licenziamento”
In fila per il vaccino scopre di avere il Covid. Caos e paura a Monteforte Irpino
Il Covid uccide un medico di famiglia di San Sossio Baronia
Rubano un'auto in una villa, ripresi dalla videosorveglianza. È caccia ai ladri
Riprese le ricerche di Domenico Manzo scomparso da Prata Principato Ultra due mesi fa
Guasto condotta idrica a Cassano Irpino: 100 Comuni senz'acqua. Ecco quali
Trovato impiccato a un albero, choc nelle campagne di Bonito
Covid-19, picco in Irpinia: registrati 147 contagi
Covid-19, nuova impennata dei contagi in Irpinia. Mai tanti dal mese di dicembre
Compra on-line un'opera letteraria da 2.700 euro, a casa arriva un libro da quattro soldi

 

Tre ucraini in carcere per furto

Sorpresi in flagrante dai carabinieri

I carabinieri in azione

(I carabinieri in azione)
(Foto: Carmine Bellabona)

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia dei Carabinieri di Avellino, agli ordini del tenente De Alscendris, hanno tratto in arresto 3 cittadini stranieri, tutti di origine ucraina, pizzicati in flagranza del reato di furto aggravato ed in concorso di generi alimentari e bevande alcoliche. L’allarme ai carabinieri è stato lanciato dagli addetti alla sicurezza di un noto ipermercato di via Tagliamento e, al loro arrivo, i militari hanno subito provveduto a bloccare i tre stranieri loro indicati. L’immediata perquisizione personale compiuta dai carabinieri ha poi permesso di rinvenire, occultati negli indumenti che portavano indosso, i generi alimentari asportati dagli scaffali del supermercato: due stecche di cioccolato, un succo di frutta, una bottiglia di vino e varie bottiglie di superalcolici. Condotti in caserma per il compimento degli atti e per le procedure legate alla loro completa identificazione, i carabinieri hanno potuto appurare che dei tre stranieri, due erano in possesso di regolare permesso di soggiorno e da tempo lavorano in Italia quali operai con impieghi occasionali, mentre il terzo era assolutamente irregolare sul suolo italiano. Al termine delle formalità di rito, i tre cittadini ucraini sono stati tratti in arresto con l’accusa di furto, in concorso tra loro ed aggravato dall’aver usato violenza sulle cose, consistita nell’aver strappato via i talloncini antitaccheggio. Passata la notte nelle camere di sicurezza del Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino, i tre verranno condotti - questa mattina stessa - presso il locale Palazzo di Giustizia, ove i magistrati del tribunale irpino dovranno iniziare il processo con rito per direttissima. La merce rubata, del valore commerciale complessivo pari a circa 70 euro, è stata comunque tutta recuperata e restituita al titolare del supermercato.

Condividi