IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Festa della scuola ad Aiello del Sabato, l'iniziativa promossa dal vicesindaco Gaeta
"Verde urbano in condizioni disastrose e inquinamento dell'aria: subito interventi". L'allarme dell'Ordine Agronomi
Bomba da mortaio in un castagneto, paura ad Ospedaletto
Altacauda, Alzacunda, Altavilla Irpina: Storia di Gentes Romane e fonti di acqua termale
Avellino, 65enne rinvenuta cadavere in Cavour: s'indaga
Affitti, 45 milioni per il sostegno alle famiglie
Le graduatorie misure 411 e Psr Campania 2014-2020, Federazione Agronomi: "Finanziare tutte le istanze e snellire le procedure"
Sequestro di persona, arrestato 60enne di Avella
Ai medici e agli infermieri del Moscati pizze in dono dalla Taverna De Gustibus di Cesinali
"Abella, Abellum, Abellinum": Colonie Romane tra antichi culti pagani e noccioleti

 

Truffa sui succhi di frutta e marmellate biologici, sequestri e perquisizioni in Irpinia

Frutta

(Frutta)
(Foto: Irpiniareport)

Succhi di frutta normali venduti per biologici. Scoperta la truffa dalla Guardia di Finanza di Pisa. i prodotti venivano venduti anche in Irpinia attraverso un'organizzazione che operava in Toscana e nel Salernitano, con diramazioni in Serbia e Croazia. Sono state sequestrate 1.411 tonnellate di prodotto adulterato e falsamente designato «biologico», tra cui succhi, confetture e conserve alimentari per un valore di 4 milioni e 848mila euro. Due pisani sono finiti in manette. Eseguite diverse perquisizioni da parte delle fiamme gialle del comando provinciale di Pisa.

Condividi