IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Festa della scuola ad Aiello del Sabato, l'iniziativa promossa dal vicesindaco Gaeta
"Verde urbano in condizioni disastrose e inquinamento dell'aria: subito interventi". L'allarme dell'Ordine Agronomi
Bomba da mortaio in un castagneto, paura ad Ospedaletto
Altacauda, Alzacunda, Altavilla Irpina: Storia di Gentes Romane e fonti di acqua termale
Avellino, 65enne rinvenuta cadavere in Cavour: s'indaga
Affitti, 45 milioni per il sostegno alle famiglie
Le graduatorie misure 411 e Psr Campania 2014-2020, Federazione Agronomi: "Finanziare tutte le istanze e snellire le procedure"
Sequestro di persona, arrestato 60enne di Avella
Ai medici e agli infermieri del Moscati pizze in dono dalla Taverna De Gustibus di Cesinali
"Abella, Abellum, Abellinum": Colonie Romane tra antichi culti pagani e noccioleti

 

Truffa un tabacchi di Solofra: denunciato imprenditore

E' stato scoperto dai carabinieri della locale stazione

L'auto dei carabinieri

(L'auto dei carabinieri)
(Foto: Irpiniareport)

i carabinieri della Stazione di Solfora sono intervenuti presso una rivendita di tabacchi di quella via Libertà, in quanto la titolare dell’esercizio commerciale ne aveva richiesto l’intervento in seguito alla commissione di una truffa ai suoi danni. La titolare del tabacchi, una donna 38enne del posto, ha subito riferito ai militari dell’Arma solofrana che un giovane a lei sconosciuto e di certo forestiero, intorno alle ore 13.00, era entrato nel suo Sali e tabacchi chiedendo di effettuare una ricarica di 80,00 euro su di una carta di credito prepagata del tipo poste-pay. La donna aveva quindi regolarmente effettuato l’operazione ma il giovane, profittando di una sua momentanea distrazione, con una mossa fulminea, s’era dileguato dal negozio, senza versare il corrispettivo in denaro per detta ricarica. Immediata l’attività d’indagine dei militari dell’Arma che, nel giro di qualche ora, sono riusciti ad individuare il truffatore, identificandolo in un 30enne nato e residente a Nocera Inferiore, di professione imprenditore e già gravato da altri precedenti penali. Al termine dell’attività d’indagine, l’uomo è stato chiaramente deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino per il reato di truffa.

Condividi