IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Muore schiacciato dal trattore mentre ara i campi
Ambiente e territorio, seminario all’ex Carcere Borbonico di Avellino
Avellino, applicazione gratuita dei microchip ai cani. Appuntamento all'ingresso della villa comunale
Impianto di compostaggio di Teora, terminati i lavori. Domani la consegna. -
Bus Calitri-Avellino, la Provincia scrive all’azienda Di Maio: “La corsa delle 5,45 verso il capoluogo non va soppressa”
L'Irpinia trema: lieve scossa di terremoto a San Nicola Baronia
Truffe on line con PostePay, si fingono carabinieri e gli svuotano la carta
Meteo, dal 21 luglio nuova ondata di caldo africano
Consumare frutta secca aumenta il desiderio sessuale
Montoro, ingerisce soda caustica. Grave bimbo di 4 anni

 

Truffa un tabacchi di Solofra: denunciato imprenditore

E' stato scoperto dai carabinieri della locale stazione

L'auto dei carabinieri

(L'auto dei carabinieri)
(Foto: Irpiniareport)

i carabinieri della Stazione di Solfora sono intervenuti presso una rivendita di tabacchi di quella via Libertà, in quanto la titolare dell’esercizio commerciale ne aveva richiesto l’intervento in seguito alla commissione di una truffa ai suoi danni. La titolare del tabacchi, una donna 38enne del posto, ha subito riferito ai militari dell’Arma solofrana che un giovane a lei sconosciuto e di certo forestiero, intorno alle ore 13.00, era entrato nel suo Sali e tabacchi chiedendo di effettuare una ricarica di 80,00 euro su di una carta di credito prepagata del tipo poste-pay. La donna aveva quindi regolarmente effettuato l’operazione ma il giovane, profittando di una sua momentanea distrazione, con una mossa fulminea, s’era dileguato dal negozio, senza versare il corrispettivo in denaro per detta ricarica. Immediata l’attività d’indagine dei militari dell’Arma che, nel giro di qualche ora, sono riusciti ad individuare il truffatore, identificandolo in un 30enne nato e residente a Nocera Inferiore, di professione imprenditore e già gravato da altri precedenti penali. Al termine dell’attività d’indagine, l’uomo è stato chiaramente deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino per il reato di truffa.

Condividi