IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Furto di attrezzature di ristorazione in un hotel, nei guai un commerciante e due giovani di Monteforte
Maria Pallini nella Commissione parlamentare per le Questioni regionali
Palacomieco ad Avellino per scoprire i segreti del riciclo di carta e cartone
L’introduzione della medicina di genere nella pratica sanitaria, convegno al Moscati
Ruba dieci quintali di legname, denunciato
In auto con un coltello, fermato 60enne
Avellino, furto in via Capozzi. Svaligiato un appartamento
Asd Taekwondo Avellino, bronzo per Mattia Argenio ai Campionati Italiani di Ancona
Ruba 300 euro a un cliente e fugge, denunciato fruttivendolo ambulante
Cameriere spacciatore beccato dal fiuto del cane Gero

 

Truffava le persone spacciandosi per promotore finanziario, denunciato

L'auto dei carabinieri

(L'auto dei carabinieri)
(Foto: Carabinieri)

L’attività dell’Arma finalizzata alla prevenzione e repressione dell’odioso fenomeno delle truffe, continua in maniera incessante. In seguito all’azione di contrasto intrapresa dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino con l’iniziativa “DIFENDITI DALLE TRUFFE”, la Compagnia Carabinieri di Baiano, ha denunciato un 38enne della provincia di Cosenza, resosi responsabile di una truffa ai danni di una donna di Lauro. In particolare, i militari della Stazione di Lauro, a conclusione di specifica attività d’indagine, hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria il soggetto che, nei giorni addietro, su un noto social network si presentava come “promoter finanziario” facendo intuire la possibilità di fare proficui investimenti in borsa attraverso le sue conoscenze. La donna, ignara del tranello, versava quale primo acconto per successivi investimenti, la somma di 500 euro sulla carta prepagata dell’uomo. Ma, subito dopo aver ricevuto l’accredito, il sedicente promoter, si rendeva irreperibile. Le attività e gli accertamenti esperiti dai Carabinieri permettevano di scoprire la truffa e di addivenire all’identificazione dell’autore ed alla conseguente denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo.

Condividi