IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Stop al diabete: tre giornate di screening gratuiti a San Michele, Santa Lucia e Serino
Medico muore durante il turno di notte, s'indaga
Sequestro di caciocavalli in un caseificio, nei guai la titolare
Alla ricerca di funghi senza autorizzazione, multe salate per due uomini
Capannone agricolo adibito a officina meccanica, denunciati i titolari
Irpinia Sistema Turistico fa tappa a Sant'Angelo dei Lombardi. Focus sul gas radon
Agronomi e funzionari dell’Arpac a confronto sulle attività agroalimentari
Avellino, forzano un posto di blocco e nella fuga tentano di investire un agente. Nei guai 2 ragazzi
Incidente sul lavoro, operaio cade da una scala di tre metri
Ad Avellino fa tappa Chocolate Days, la festa del cioccolato tradizionale

 

Va dalla fidanzata nonostante i domiciliari. In manette un 30enne

In azione i carabinieri della stazione di Atripalda

Carabinieri

(Carabinieri)
(Foto: Carmine Bellabona)

E' costata cara ad un giovane di Atripalda la tentazione di andare a casa della fidanzata. L'uomo, costretto alla detenzione domiciliare, è stato "beccato" dai carabinieri e ammanettato. I militari della Stazione di Atripalda, infatti, hanno tratto in arresto per evasione un noto pregiudicato 30enne del posto, residente in contrada Alvanite e che, ad uno dei consueti controlli alle persone gravate da misure cautelari, è stato trovato assente in casa. I carabinieri hanno constatato infatti come in casa vi fosse soli il padre ma del ragazzo non vi fosse traccia alcuna. Anzi, il giovane aveva pure lasciato un messaggio per il padre in cui diceva ch’era dovuto recarsi ad Avellino. I militari dell’Arma si sono quindi messi alla ricerca del pregiudicato, che è stato rintracciato dopo una mezzora mentre stava tonando verso casa, a piedi e con in mano una statuetta del famoso personaggio dei cartoni animati Lupin. Tratto immediatamente in arresto per il reato di evasione, il giovane ha detto di essersi dovuto recare con urgenza dalla ragazza. Trattenuto nelle camere di sicurezza della Stazione Carabinieri, è stato processato con rito per direttissima presso il Tribunale di Avellino

Condividi