IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
A spasso con un manganello, fermato 40enne
Atripalda, il maestro Di Donato in concerto nella Chiesa di Sant'Ippolisto
Festa dell'Albero, il presidente Picariello (Odaf): "Disponibili per la realizzazione di un piano del verde per la città di Avellino"
"In Memoriam 23 novembre 1980", concerto dell'Orchestra Zenit 2000 al "Cimarosa"
Avellino scopre la cucina zen, da gennaio aperte nuove adesioni
Auto contro il bancomat, ma il colpo fallisce
Gli agronomi irpini promuovono la Festa dell'Albero. Appuntamento al Carcere Borbonico
Sequestrati beni per oltre 800mila euro ad una lavanderia
Furti in appartamento, fermati due napoletani
Nascondeva hashish nel mobile del ripostiglio, denunciato 35enne

 

Viola la sorveglianza speciale, arrestato un pluripregiudicato

Rischia l'applicazione di una misura più grave per recidiva

I carabinieri in azione

(I carabinieri in azione)
(Foto: Carmine Bellabona)

Un noto pluripregiudicato di Roccabascerana, B.L. è stato arrestato dai carabinieri della locale stazione perchè ha violato le prescrizioni impostegli dalla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di dimora nel comune. L’uomo ha l’assoluto divieto di uscire dai confini amministrativi del Comune di Roccabascerana, salvo autorizzazione dell’autorità competente, ma è stato trovato dai militari mentre percorreva con la propria autovettura la SS 7 Appia – via Nazionale in località Tre Santi del Comune di Ceppaloni (BN). Fermato e controllato, il plurigregiudicato è stato immediatamente portato in caserma e là tratto in arresto per la violazione degli obblighi della sorveglianza speciale. Tra l’altro, ad aggravare la situazione c'è la recidiva in quanto l'uomo all’inizio dell’anno era già stato arrestato per la medesima violazione e portato presso la casa circondariale di Avellino – Bellizzi Irpino. Questa volta, invece, accompagnato presso il carcere di Benevento. Oltre agli atti conseguenti all’arresto, i militari dell’Arma hanno chiaramente rinnovato a carico del giovane la richiesta di aggravamento della misura afflittiva, atteso che la stessa sembra ormai troppo blanda per un soggetto che ha dimostrato ripetutamente di disinteressarsi degli ordini dell’autorità.

Condividi