IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Tentano truffa, anziana li fa scoprire
Avellino, in giro per la città con un machete: bloccati due romeni
Raccordo Av-Sa, auto s'incastra sotto il guard rail
Schianto frontale sull'Ofantina, due feriti
Arrestato sull'Ofantina dopo inseguimento, in auto aveva 19 dosi di eroina
Serino, si appropria di un portafoglio con 1200 euro. Denunciato 60enne
Carne di agnello in cattivo stato, sequestro in una macelleria. Nei guai il titolare
Cumulo di rifiuti speciali presso un'officina, denunciato il titolare
Calci e pugni ad un cliente del bar, arrestato 50enne
Furti in abitazione, sgominata banda di ladri. Arrestati tre avellinesi

 

Avellino, il professore Dario Torre ospite al Godot Art Bistrot

Una chitarra

(Una chitarra)
(Foto: Irpiniareport)

Giovedì 16 gennaio alle ore 20.30 Radio Cometa Rossa e il Godot Art Bistrot vi invitano ad un evento interamente dedicato all'underground partenopeo. Ospite della serata sarà Dario Torre, professore di filosofia, cantante e chitarrista del gruppo Stella Diana che nel suo volumetto "Nessuna Speranza Nessuna Paura - il rock napoletano dagli anni '80 ad oggi" pubblicato nel 2013 da Milena Edizioni, viaggia attraverso quasi trent’anni di musica, rigorosamente underground, analizzando alcune delle band, dei luoghi (locali, centri sociali, sale prove) e delle tendenze dando una visione d’insieme dei fatti storici e fermenti culturali. A rinforzare il tutto provvedono un centinaio d’immagini, discografia consigliata, critica musicale e una lunga serie di interviste ad una parte dei protagonisti di ieri e di oggi: Randall Flagg, Randagi, Von Masoch e Nino Bruno, Trees, Silken Barb e Blessed Child Opera, Growing Ocean, Gentlemen’s Agreement, El Ghor e Starframes. L'opera in sei capitoli narra delle origini, dagli Underage fino alla fine degli anni 80, dei luoghi di aggregazione come il Tien a Ment, dell'arrivo degli anni '90 con i Contropotere e delle tendenze del nuovo millennio con la nascita di etichette indipendenti e della divulgazione tramite social network musicali e infine lascia spazio a prospettive future. Claudia D'Aliasi medierà l'incontro che verrà trasmesso in podcast su Radio Cometa Rossa (http://cometarossa.org/). Radio Cometa Rossa è libera, indipendente e autofinanziata. Nasce il 5 marzo 2012 e costituisce un archivio in continuo aggiornamento che registra e diffonde concerti, interviste, testimonianze, raccoglie fotografie, articoli, reportage. Non disdegna il teatro indipendente, mostre nascoste, letture collettive, dibattiti filosofici che non passano per le emittenti tradizionali. In seguito alla presentazione del libro ZetaeFfe, storico speaker e dj del KorovaMilkBar, ci delizierà con la sua selezione di dischi a tema, preziose chicche dal sottobosco napoletano. il KorovaMilkBar è lo spazio musicale più longevo di RadioLina, che a colpi di “rock” (a 360°) e indipendenza (né presunta, né fittizia) ha ospitato decine e decine di band, molte delle quali autoprodotte. La trasmissione ha cercato nel suo piccolo, di avvicinare gli ascoltatori alla materia “rock” con un approccio più consapevole proponendo la diffusione del Do It Yourself nell'era dello "sporco digitale".

Condividi