IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Muore schiacciato dal trattore mentre ara i campi
Ambiente e territorio, seminario all’ex Carcere Borbonico di Avellino
Avellino, applicazione gratuita dei microchip ai cani. Appuntamento all'ingresso della villa comunale
Impianto di compostaggio di Teora, terminati i lavori. Domani la consegna. -
Bus Calitri-Avellino, la Provincia scrive all’azienda Di Maio: “La corsa delle 5,45 verso il capoluogo non va soppressa”
L'Irpinia trema: lieve scossa di terremoto a San Nicola Baronia
Truffe on line con PostePay, si fingono carabinieri e gli svuotano la carta
Meteo, dal 21 luglio nuova ondata di caldo africano
Consumare frutta secca aumenta il desiderio sessuale
Montoro, ingerisce soda caustica. Grave bimbo di 4 anni

 

Cineforum sociale, si rialza il sipario

Secondo appuntamento in cartellone

Teatro Gesualdo

(Teatro Gesualdo)
(Foto: Irpinia Report)

Secondo appuntamento con il Cineforum Sociale “Cinema e…” proposto dall’Associazione di Volontariato Penisola Onlus. Un altro lunedì, dunque, dedicato al confronto in cui l’esperienza personale e individuale di ognuno di noi diventa espressione di una società che cambia. Dopo il film “10 Ragazze”, il secondo appuntamento, in programma lunedì 28 marzo, è dedicato ad un cult del cinema, il Film “Boys don’t cry”, un film del 1999 basato su una storia vera, che alla sua uscita ha suscitato non poche polemiche. La vita di una giovane ragazza omosessuale in una società che risponde con violenza ed emarginazione. Rossella Ciampi, psicologa e psicoterapeuta, ci illustrerà le dinamiche soggettive e relazionali che si intrecciano e si scatenano di fronte alla diversità. Nel terzo incontro, previsto per il 4 aprile, sarà proiettato il film “Il treno per il Darjeeling”, un viaggio in un'India colorata e pittoresca, autentica e surreale al tempo stesso si trasforma nell'ennesimo confronto familiare. Film divertente e emozionante che sarà commentato dalla psichiatra e psicoterapeuta Nicoletta Fiorentino. In chiusura, l’11 aprile Luisa Bellopede, psicologa e psicoterapeuta con i suoi spunti di riflessioni ci farà immergere nel mondo dell’America, quella delle battaglie degli afroamericani e della dichiarazione dei diritti civili. La vera novità di questa edizione è, dunque, la scelta di un film autoprodotto da giovani ragazzi che verranno da Firenze a illustrare le motivazioni che li hanno spinti a cimentarsi nell’arte cinematografica. L’Associazione Penisola auspica che tale iniziativa possa essere vissuta come stimolo e incoraggiamento per i giovani della nostra città. Gli appuntamenti sono tutti alle ore 20.00 presso la sede del Carcere Borbonico di Avellino, in Via Dalmazia. L’ingresso è gratuito.

Condividi