IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Truffe sulla piattaforma "Market Place", nella rete diversi irpini. Denunciato un pregiudicato salernitano
Covid-19, aggiornamento contagi in Irpinia: 61 positivi
Covid-19, proroga esenzione ticket fino al 31 gennaio 2021
Atripalda, schianto sulla Variante: tre feriti
Covid-19, aggiornamento contagi: 91 positivi. 33 solo ad Avella
Ingerenza del crimine organizzato, sciolto il Consiglio comunale di Pratola Serra
Covid-19, muore un 82enne al Moscati. Il secondo decesso nella giornata
Covid-19, aggiornamento contagi: 47 i positivi
Covid-19, contagiati due ragazzini di 14 e 16 anni
Coronavirus, muore un altro anziano ricoverato al Covid Hospital del Moscati

 

Grande successo a San Nicola Baronia per la Festa Europea della Musica

Una chitarra

(Una chitarra)
(Foto: Irpiniareport)

SAN NICOLA BARONIA - San Nicola Baronia diventa capitale europea della musica. L’evento, patrocinato dall’amministrazione comunale, guidata da Francesco Colella, fa il botto. Oltre tremila presenze nella serata conclusiva della kermesse, che ha visto protagonisti diversi big della musica, tra cui Enzo Avitabile, Zulù, Molotov e Zeketam. «Tutta la comunità – dichiara Francesco Colella – è stata protagonista. A breve realizzeremo un anfiteatro, dove ospiteremo le grandi rassegne musicali del continente. Questo è soltanto un primo passo. Nel 2016 prevediamo un evento ancora più spettacolare e ricco di grandi nomi. Grazie ad uno staff di settanta ragazzi ed adulti siamo riusciti a mantenere ordine e sinergia, cercando di superare le divisioni e guardare con ottimismo al futuro». Il Comune della Baronia, comunque, si candida a diventare eccellenza della musica del Mezzogiorno. «Attraverso la musica vogliamo creare un vero e proprio indotto turistico per promuovere monumenti, tipicità e bellezze dell’area». Particolare entusiasmo anche per Bruno, storico rappresentante dell’associazione turistica sannicolese e creatore della pizza a forno pieno, specialità con friarielli, mortadella ed olio della Baronia. «Nonostante il cattivo tempo e tanti gufi, siamo riusciti ad ottenere grandi numeri. Questo paese è stato capace di accogliere persone con storie e culture diverse con il sorriso e l’accoglienza, qualità che rendono questa comunità speciale».

Condividi