IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Automobilismo, 2019 a tutta velocità con tre gare in Irpinia
Auto sbanda e finisce contro il guardrail, ferita una donna
Maxi sequestro ad Avellino e provincia di luci natalizie, giocattoli e materiale elettrico
Convegno sulla Giustizia, Tecce (Aiga) annuncia l'arrivo del ministro Bonafede
Avellino, brucia un deposito di legname. Muoiono due cani
Sbanda e si ribalta, ferita una 31enne
Minorenni sorpresi ubriachi nel locale, chiuso il "35mm" al Movieplex
Avellino, ruba un cellulare in una pizzeria. Nei guai 50enne
Ruba 12mila euro a due anziani, arrestata nell'area di servizio sull'A16
Piano Regionale della Rete Ospedaliera, il presidente Biancardi: “Bene le decisioni sugli ospedali di Ariano Irpino e Sant’Angelo dei Lombardi”

 

I medici del "Moscati" in scena al Teatro d'Europa con "Ditegli sempre di sì"

I medici del

(I medici del "Moscati" in scena al Teatro d'Europa con "Ditegli sempre di sì")
(Foto: Irpiniareport)

Sabato 24 febbraio alle ore 20.30 e domenica 25 febbraio alle ore 19.30 La Compagnia Instabile e Traballante del Rione Sanità, composta da medici, infermieri (… e qualche paziente) dell’Ospedale “Moscati” di Avellino, ci riprova, con la commedia commedia “Ditegli sempre di si” di Eduardo De Filippo regia di Luigi Frasca e Angela Caterina. Michele, appena uscito dal manicomio, torna a casa dove lo attende la sorella Teresa, che è la sola a conoscere i suoi trascorsi di pazzia. Michele sembra guarito, ma prende alla lettera tutto ciò che gli viene detto e, credendo che la sorella voglia sposare Don Giovanni, suo padrone di casa, ne parla alla figlia Evelina. Al pranzo di compleanno dell’amico Vincenzo Gallucci, un altro equivoco viene generato da Michele che invia un telegramma ad Attilio fratello di Vincenzo per annunciare la morte dell’amico. Nel finale, la pazzia di Michele torna a farsi più evidente: diffonde la falsa voce che il giovane Luigi, il corteggiatore della figlia di don Giovanni, è pazzo, e quindi cerca di tagliare la testa al povero giovane, per guarirlo; Michele viene fortunatamente fermato in extremis dalla sopravvenuta sorella e riportato in manicomio. La Compagnia Instabile e Traballante del Rione Sanità è nata nel 2010 per iniziativa di un gruppo di medici e sanitari dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino uniti dalla grande passione per il teatro e il desiderio di mettere concretamente in atto azioni solidali a supporto di associazioni, realtà assistenziali e strutture di servizio sociale, quali la Caritas di Avellino, la Mensa dei Poveri “Don Tonino Bello”, Le associazioni “Pianeta Autismo”,”Bambini Down”,”Burundiamo” per citarne solo alcuni. “Pur conservando uno spirito puramente amatoriale” dichiara il direttore artistico del Teatro d’Europa Luigi Frasca“la compagnia ha saputo costruire un percorso di gestualità e di linguaggio che è cresciuto nel tempo ed è per me e Angela, sempre un piacere guidare questa compagnia, che quasi per magia, medici infermieri si svestono dei camici bianchi per indossare gli abiti di personaggi della scena.” Impegnati in questa nuova performance sono: Albino Zarrella; Anna Todisco; Renato Tizzano; Giuseppe Antignani; Luca Fiorillo; Pierino Pastena; Eduardo Cafiero; Gabriella Pugliese; Elvira Taccone; Antonio Serpico, Angelina Martino; Maria Chiara Carpenito; Valentina D’Alessio; tecnico audio/luci Alberto De Vita. Per info e biglietti: Teatro d’Europa - Cesinali (Via Valle, 18) telef. 0825/667366 - 331/5481067- www.teatrodeuropa.com

Condividi