IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Esplosione al bancomat, torna in azione la banda della marmotta
Tragico incidente nella notte, perdono la vita zio e nipote di 15 anni
Raid al ristorante, le impronte incastrano il ladro
Bruciano tre auto nella notte, s'indaga
Muore sotto gli occhi del figlio, tragedia in autogrill
Furto al Comune di Cervinara, rubati 1000 euro e le carte d'identità
L'assessore regionale Lucia Fortini all'Istituto Comprensivo di Aiello del Sabato per il progetto "Scuola Viva"
Spaccio di droga, 30enne arrestato. In casa nascondeva hashish
Abbattono il muro divisorio e si appropriano dell'appartamento adiacente, nei guai marito e moglie
Cesinali, al via i festeggiamenti di San Gerardo. Weekend di musica, degustazione e divertimento

 

Jazz Poetry ad Avellino, appuntamento alla Chiesa del Carmine

L'arte dello scrivere

(L'arte dello scrivere)
(Foto: Irpiniareport)

Venerdi 11 settembre alle 18,30 , presso la chiesa del Carmine di Avellino, ci sarà il laboratorio Jazz Poetry “ TurnTable da Langston Hughes a Jack Kerouac , da Robert Burns ai giorni nostri” I versi sono di Domenico Cipriano ; Paola Primaverile alla voce ; Bob Godas batteria e tastiera Roli ; Antonio Iacuzio trombone ; Paolo Godas basso elettrico e loop station . Ingresso libero. E' prevista la partecipazione del pubblico attraverso la lettura di versi tratti dall'ode " La consegna dell' Haggis" di Robert Burns. Dice Paolo Godas :quando il direttore artistico della rassegna Winter open Art, il maestro Di Capua, mi ha comunicato l’inserimento del progetto nella rassegna stessa, ho subito capito l’opportunità che si presentava e ho partecipato con grande entusiasmo. Il progetto Turntable è un punto evolutivo che prende spunto da numerose esperienze artistiche degli ultimi anni. Dall’esperienza ultra decennale free dei SinjarmaJazz ai progetti Jazz Poetry condivisi con Domenico Cipriano e rappresentati ultimamente in varie parti d’ Italia , alle recenti sessioni di musica creativa con il progetto SLIC, nasce il progetto “ TurnTable “. La scintilla che ha messo in moto tutto è stata certamente l’ultima esperienza in compagnia degli artisti di “ Sentieri Periferici” . La collaborazione con persone validissime , scrittrici, attrici, ballerine mi ha convinto che era giunto il momento in cui “TurnTable” poteva prendere vita. In effetti l’idea non è nuova, prende le mosse dall’incredibile esperienza umana ed artistica di “ KnockOver” . Numerose forme d’arte, se non tutte, attraverso grosse motivazioni sociali e creative, generano attraverso gli artisti stessi incontri che di per sé sono vere performance , esperienze che attraversano tanto il pubblico quanto gli artisti. Il progetto “TurnTable” quindi assume vita propria, alimentandosi di volta in volta della partecipazione di tutti . Dietro c’è sempre un intenso lavoro di studio e di ricerca ed è solo una parte dell’insieme , artisti, scrittori.... persone, quasi tutti irpini ed irpine, che generano moderni eventi, coinvolgenti per tutti e per tutto il tempo delle performance.

Condividi