IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Stop al diabete: tre giornate di screening gratuiti a San Michele, Santa Lucia e Serino
Medico muore durante il turno di notte, s'indaga
Sequestro di caciocavalli in un caseificio, nei guai la titolare
Alla ricerca di funghi senza autorizzazione, multe salate per due uomini
Capannone agricolo adibito a officina meccanica, denunciati i titolari
Irpinia Sistema Turistico fa tappa a Sant'Angelo dei Lombardi. Focus sul gas radon
Agronomi e funzionari dell’Arpac a confronto sulle attività agroalimentari
Avellino, forzano un posto di blocco e nella fuga tentano di investire un agente. Nei guai 2 ragazzi
Incidente sul lavoro, operaio cade da una scala di tre metri
Ad Avellino fa tappa Chocolate Days, la festa del cioccolato tradizionale

 

Le ricette di Elisa Panza - Il carciofo: Millefoglie di cialde di parmigiano con scampi e carciofi

Le ricette di Elisa Panza - Il carciofo: Millefoglie di cialde di parmigiano con scampi e carciofi

(Le ricette di Elisa Panza - Il carciofo: Millefoglie di cialde di parmigiano con scampi e carciofi)
(Foto: Irpiniareport)

(a cura di Elisa Panza) La sentite quest’aria frizzantina? Finalmente siamo in primavera, ci siamo lasciati alle spalle il freddo e i suoi prodotti, abiti pesanti e piatti più robusti, non ci resta che aprire le nostre cucine ai teneri germogli che celebrano la nuova stagione. Un trionfo di sapori freschi tra i quali spicca quello del carciofo, (cynaria scolymus) appartenente alla famiglia delle composite, di origine mediterranea, deriva da selezionamenti del cardo ed è una pianta nota fin dai tempi antichi per le sue virtù terapeutiche, indiscusso protagonista di orti e mercati, lode e inno alla bella stagione. Eccellenza della mia terra è certamente il carciofo Preturese, prelibatissimo prodotto locale che arriva sulle nostre tavole grazie a una selezione naturale fatta nel corso degli anni dalle mani sapienti dei contadini della piana del Montorese. Un ruolo importantissimo nella sua coltivazione lo giocano le caratteristiche geografiche e morfologiche della zona: composizione e struttura del terreno, acqua di irrigazione, temperatura, ogni singolo elemento è un piccolo segreto che conferisce al carciofo Preturese quel gusto unico e inconfondibile. Il nostro carciofo è un prodotto dotato di eccezionali caratteristiche qualitative. Le tecniche di coltivazione prevedono la messa a dimora della pianta e un bassissimo uso di prodotti chimici di sintesi: quello di cui questa coltura necessita in modo particolare sono le irrigazioni frequenti e possiamo contare sulle sorgenti Laura e Labso. Una singolare particolarità nella coltivazione del nostro ortaggio è la consuetudine di coprire i capolini appena formati con tazze di terracotta per difenderli dall’azione lesiva del gelo. Quale migliore abbinamento se non la dolcezza e la freschezza dello scampo ad esaltarne il sentore e le note di acciuga e liquirizia che caratterizzano il carciofo, un insieme ben bilanciato di profumi e colori, ancora una volta per stupire i vostri ospiti.

Fotogallery (2)

  • Le ricette di Elisa Panza - Il carciofo: Millefoglie di cialde di parmigiano con scampi e carciofi
  • Le ricette di Elisa Panza - Il carciofo: Millefoglie di cialde di parmigiano con scampi e carciofi

Condividi