IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Coronavirus, scuole e Università chiuse fino a sabato. C'è l'ordinanza del Governatore De Luca
Primo caso di Coronavirus in Campania arriva dal Vallo della Lucania, si tratta di una 26enne biologa
Coronavirus, un probabile caso positivo in Campania
Allarme Coronavirus, le raccomandazioni dell'ordine dei Medici di Avellino
Coronavirus, Carlo Sibilia: "Nessuna emergenza in Irpinia"
Coronavirus, allerta in Irpinia: summit in prefettura. Attivo il numero verde
Coronavirus, fake news su facebook: denunciati due serinesi per procurato allarme
La Zeza di Cesinali protagonista ad Avellino alla sfilata dei Carnevali irpini
Allarme a Montefusco: 26enne torna in Irpinia da Codogno focolaio di Coronavirus. Famiglia in quarantena
Successo e partecipazione a Cesinali con la Zeza dei bambini della scuola primaria

 

A Metaponto protagonisti i grandi chef della cucina italiana

Dal 7 ottobre parte il XVII Congresso Nazionale della Federazione Italiana Cuochi

Cuochi

(Cuochi)
(Foto: Maestri di cucina)

Partito il countdown in vista dell’evento culinario più atteso dai cuochi italiani: il XVII Congresso Nazionale della Federazione Italiana Cuochi.
A Metaponto, in Basilicata, dal 7 al 10 ottobre caleranno le grandi stelle della cucina italiana con un parterre che vede in prima fila gli chef stellati Davide Scabin, Pino Cuttaia, Marcello Leoni, Pino Lavarra, la Nazionale Italiana Cuochi, i Maestri di Cucina e l’Ateneo di Cucina Italiana. Non mancheranno le nuove leve guidate dal dinamico chef della RAI, Alessandro Circiello. Quattro giorni di altissimo profilo, con convegni e cooking show, targati Federazione Italiana Cuochi. Un programma unico, reso possibile anche grazie alla preziosa collaborazione avviata tra l’ente italiano più rappresentativo delle berrette bianche e Identità Golose che in Basilicata ha inviato alcuni dei suoi chef stellati di punta, quali Davide Scabin, Pino Cuttaia e Marcello Leoni. Tutti professionisti di grande prestigio, vanto della cucina italiana nel mondo, che si potranno seguire, come detto, nei vari show cooking che caratterizzeranno la chermesse preparata con tanto impegno da uno staff organizzativo di eccezionale livello guidato dal responsabile eventi della Federazione Italiana Cuochi, Rocco Pozzulo. Ad aprire i lavori sarà il presidente dei cuochi mondiali (WACS - Word Association of Chefs Societies) Gissur Gudmundsson. Con un simile programma, l’attenzione delle berrette bianche italiane, e non solo, va accrescendosi di giorno in giorno.
“Il Congresso Nazionale di Metaponto – ci spiega l’organizzatore Rocco Pozzulo - sarà una vetrina eccezionale per la cucina italiana nel mondo. L’evento, tra l’altro, si potrà seguire in diretta streaming e sarà commentato da decine di giornalisti e mass media accreditati. Per i cuochi sarà occasione, oltre che di aggiornamento professionale, anche di confronto. A Metaponto si incontreranno cucine molto diverse ma unite tutte dal profondo amore che gli interpreti nutro per il proprio territorio. Nei quattro giorni di durata dell’evento, con il patrocinio di Ministeri, Regione, Provincia e decine di Enti pubblici e privati, sono stati organizzati convegni, seminari e momenti di formazione, tutti incentrati sulla valorizzazione dei prodotti tipici regionali e sull’incentivazione al consumo dei prodotti ittici poco conosciuti. Per la nostra Regione – conclude il responsabile eventi FIC e presidente dei cuochi Lucani – si tratta di un appuntamento senza precedenti; una vetrina straordinaria di cui tutti i partecipanti, spero, faranno tesoro sotto tutti i punti di vista”. Da sottolineare, inoltre, che in occasione del 27° Congresso Nazionale alcuni grandi chef italiani verranno insigniti del “Collegium Cocorum”. Si tratta della più alta onorificenza che viene concessa dalla Federazione Italiana Cuochi a quanti hanno operato per almeno cinque lustri “nell’arte culinaria, con dignità e passione, capacità e prestigio, onorando sempre ed ovunque la millenaria tradizione della cucina italiana”.

Condividi