IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Scomparsa Lo Conte, Mocella (Confartigianato): "Garbo e determinazione lo distinguevano. Bisogna proseguire nel suo nome per rilanciare l'Irpinia"
Coronavirus, i casi in Irpinia arrivano a 329
Gli effetti dell'emergenza Coronavirus sull'agricoltura, Picariello: "Le filiere vitivinicole, florovivaistiche e lattiero-casearie le più colpite"
Coronavirus, il presidente Biancardi: “Entro venerdì la Provincia consegna i kit in vitro veloce per la diagnosi”
Covid-19, altri 6 contagi in Irpinia. Il bilancio sale a 228
Ruba un'auto, nei guai 28enne
Covid-19, sale il bilancio in Irpinia: 222 le persone contagiate
Sanificazione, Confindustria mette a disposizione strumenti e conoscenze
Coronavirus, 2 morti al Moscati
Emergenza Covid-19, Gambino (Usmia): "Tutelare gli operatori delle forze armate"

 

Alimenti a fini medici speciali: detraibili dalle tasse per due anni

Frutta

(Frutta)
(Foto: Irpiniareport)

Novità in arrivo per chi compra e consuma “alimenti a fini medici speciali”. Quest’anno e nel 2019 si potrà detrarre il 19 per cento delle spese sostenute. Sono esclusi, però, i cibi per celiaci e i prodotti per lattanti. Le spese sostenute nel 2017 e nel 2018 per l’acquisto di questi alimenti, equiparati ai farmaci, potranno essere inserite nelle due prossime dichiarazioni dei redditi e detratte dall’Irpef, almeno parzialmente. Gli alimenti particolari coperti dall’agevolazione fiscale sono quelli elencati in un tabella ministeriale (sezione A1 del Registro nazionale di cui all’articolo 7 del decreto del ministro della sanità 8 giugno 2001) reperibile sul portale dello stesso dicastero (www.salute.gov.it). Si va dall’acqua gelificata alla zuppa al sapore di verdure. Le spese sostenute dovranno essere documentate con scontrini fiscali parlanti. La scadenza per la consegna dei 730 è fissata al 23 luglio.

Condividi