IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Coronavirus, scuole e Università chiuse fino a sabato. C'è l'ordinanza del Governatore De Luca
Primo caso di Coronavirus in Campania arriva dal Vallo della Lucania, si tratta di una 26enne biologa
Coronavirus, un probabile caso positivo in Campania
Allarme Coronavirus, le raccomandazioni dell'ordine dei Medici di Avellino
Coronavirus, Carlo Sibilia: "Nessuna emergenza in Irpinia"
Coronavirus, allerta in Irpinia: summit in prefettura. Attivo il numero verde
Coronavirus, fake news su facebook: denunciati due serinesi per procurato allarme
La Zeza di Cesinali protagonista ad Avellino alla sfilata dei Carnevali irpini
Allarme a Montefusco: 26enne torna in Irpinia da Codogno focolaio di Coronavirus. Famiglia in quarantena
Successo e partecipazione a Cesinali con la Zeza dei bambini della scuola primaria

 

Beghe condominiali tra fratelli, disabile lasciato senza linea telefonica

Borrelli e Simioli: “Che vergogna, è una persona che vive sola e potrebbe aver bisogno di aiuto”

Appartamenti

(Appartamenti)
(Foto: Irpiniareport)

“Sono affetto da disabilità, ho problemi di vista e a causa di una bega tra due fratelli, il proprietario della mia abitazione e un altro condomino, sono senza linea telefonica. Il fratello del proprietario dell’abitazione dove vivo mi rende la vita impossibile da tre anni. Quando sono venuti i tecnici della Tim per l’installazione della fibra li ha minacciati e ha strappato i fili”. Francesco O. vive a San Giorgio a Cremano. La sua è una storia di vessazioni che va avanti da tempo e che lo ha portato a contattare il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “A causa dei dissidi con il fratello – prosegue Olivero – mi ha anche impedito di installare l’antenna. Per l’episodio dei fili della linea telefonica l’ho denunciato ai carabinieri. Sono disabile, la linea telefonica mi occorre in caso di necessità. Vivo da solo e il telefono mi serve per mettermi in contatto con mia sorella. Mi sono rivolto ad un avvocato per agire legalmente nei confronti di questa persona”. “E’ una vergogna – commentano Borrelli e lo speaker de “La Radiazza” Gianni Simioli -. Francesco è affetto da disabilità, la linea telefonica in casa gli è necessaria. Qualora dovesse avere bisogno di aiuto ha bisogno del telefono per mettersi in contatto con i suoi cari. Speriamo che la sua problematica si risolva quanto prima. Resteremo al suo fianco fino a quando non avrà il telefono all’interno della sua abitazione”.

Condividi